Scopri le strepitose offerte di Storz & Bickel

I migliori vaporizzatori da usare mentre giochi ai videogiochi

Quali sono i migliori vaporizzatori da usare mentre giochi ai videogiochi?
I videogiochi e l'erba sono sempre andati molto d'accordo. Quindi, esploriamo l'unione tra due dei nostri passatempi preferiti e giochiamo con i vaporizzatori!

Il fatto che ti sei interessato a questo articolo, significa che stai considerando, o hai già scelto di smettere di fumare e passare ad una forma molto più salutare per consumare la tua amata erba: la vaporizzazione.

Con così tanti tipi diversi di vaporizzatori per erbe e concentrati disponibili sul mercato, potrebbe essere un po' difficile trovare i modello giusto tra la vasta gamma di scelte. Inoltre, se cerchi un vaporizzatore adatto ai tuoi videogiochi e al tuo stile di gioco, scegliere il modello giusto può essere complicato. Per rendere un po' più facile la ricerca del tuo vape ideale, sia che si tratti di un vaporizzatore per erbe o per estratti, li abbiamo suddivisi in due categorie: i vaporizzatori on-demand e a sessione. Entrambi hanno i loro pregi e difetti, e in questo articolo prendiamo l'occasione di condividere un po' della nostra esperienza a riguardo.

La differenza principale tra queste due tecniche di vaporizzazione sta nel tempo necessario al dispositivo per raggiungere la temperatura impostata e nel numero di tiri che si possono fare prima che il dispositivo inizi a raffreddarsi di nuovo. Preferisci le sessioni lunghe o ti bastano pochi tiri? Rifletti bene sulle tue abitudini, perché questa è una risposta che puoi darti solo tu.

Cos'è un vaporizzatore a sessione?

I vaporizzatori a sessione sono di gran lunga il tipo più comune per la vaporizzazione di erba e/o concentrati. Questi vapori generalmente utilizzano un metodo di riscaldamento del materiale botanico a conduzione, il loro nome deriva dal fatto che le erbe contenute nella camera devono essere consumate tutte in una sessione continua. Quindi, durante una partita online di FIFA, NBA LIVE, o Call Of Duty o qualsiasi tipo di gioco in cui avrai poco tempo per mettere in pausa il gioco, un vape a sessione non sarebbe una buona idea perché non avrai tempo per una sessione completa.

Con il metodo di riscaldamento a conduzione della vaporizzazione a sessione, le erbe continueranno a essere in contatto con il calore tra un tiro e l'altro. Questo significa che il vaporizzatore continuerà a riscaldare il tuo materiale vegetale mentre tu sei nel calore della battaglia, e questo, caro amico, si definisce spreco. Soprattutto se imposti il tuo vaporizzatore con un ciclo di riscaldamento ma hai solo il tempo di fare uno o due tiri.

Anche i vaporizzatori a sessione come Crafty+ o Mighty della Storz & Bickel possono richiedere un po' di tempo per riscaldarsi fino alla giusta temperatura per il loro ottimale funzionamento (30-60 secondi). Iniziare una sessione poco prima di una partita potrebbe farti perdere la possibilità di fare una buona esperienza, e questo è altrettanto dispendioso.

Possiamo concludere quindi che un vaporizzatore a sessione non è la scelta migliore se si gioca prevalentemente a giochi online, come quelli dove sei in prima linea o ai videogiochi sportivi. I vaporizzatori a sessione sono più adatti per quei momenti di solitudine, dove è possibile mettere in pausa il gioco ogni volta che senti il bisogno di prendere qualche buon tiro senza pressione.

I vapes a sessione sono di solito più economici e possono costare molto meno delle loro controparti on demand - ma non è necessariamente sempre il caso. Il vaporizzatore a sessione DaVinci IQ2 è un buon modello che costa circa 229 €. È anche possibile ottenere un affidabile vape a sessione per meno di 100 € - come il Boundless CFX.

Ricordiamo che: Ci sono vaporizzatori per erbe che utilizzano un metodo ibrido di riscaldamento, che emettono contemporaneamente sia un riscaldamento a convezione che a conduzione. La maggior parte di questi sono generalmente considerati vaporizzatori a sessione e possono sembrare una buona alternativa da usare durante i giochi online perché alcuni di questi vaporizzatori hanno la possibilità di metterli in pausa durante la sessione. Ma, secondo la nostra esperienza, queste pause non impediscono il continuo consumo d'erba mentre si hanno entrambe le mani sul joystick o sulla tastiera. Ma di questo parleremo più avanti.

Cos'è un vaporizzatore “on-demand”?

Un vaporizzatore on demand (quasi sempre con un sistema di riscaldamento a convezione) è fondamentalmente il tipo di vaporizzatore che non vaporizza tutto il materiale nella camera in una sola seduta. In altre parole, puoi prendere dei tiri quando vuoi tu (quindi “su richiesta”) e puoi fare una pausa tra un'inalazione e l'altra senza sprecare il contenuto del braciere.

Avrai il lusso di scegliere quando vuoi di consumare tanto o poco materiale, spegnere il dispositivo per poi riutilizzarlo più tardi. Questo rende i vaporizzatori on-demand perfetti per i giocatori che possono avere il bisogno di concentrarsi sui loro giochi e di conseguenza, possono avere solo il tempo di fare dei tiri rapidi durante i momenti di pausa o mentre si ricaricano le schermate. 

I vaporizzatori on-demand come il Firefly 2+ utilizzano la tecnologia di riscaldamento a convezione, tuttavia non tutti i vaporizzatori a convezione sono considerati "on-demand", come per esempio il Boundless TERA. Alcuni vaporizzatori a convezione possono richiedere fino a 20 secondi per riscaldarsi, mentre un vero e proprio vape a convezione on-demand è pronto all'uso entro un paio di secondi dall'accensione. Questo può essere molto utile in quei 5-10 secondi quando una sessione di gioco online si sta caricando e vuoi fare un tiro, senza perdere tempo.

Abbiamo trovato la formula vincente con vaporizzatori on-demand durante le partite online

Ora, quando si tratta di vaping on-demand, c'è da dire, che esiste una preparazione perfetta. Si tratta della combinazione tra 2020 “M” o OmniVap e dell' elemento riscaldante a induzione Apollo 2 di DynaVap. Con questa configurazione, è possibile fare un tiro in meno di 5 secondi! I vaporizzatori Dynavap impiegano già poco tempo a riscaldarsi, ma con l'elemento riscaldante a induzione, è possibile farlo senza mettere giù il joystick perché basta una sola mano. Bisogna solo ricordarsi di pre-riempire il DynaVap e quando serve un tiro, spingere il vape nel buco verso il basso e attendere il 'click'. Ecco fatto. 

Vaporizzatori da tavolo durante le partite online. 

Perché non si è parlato di vaporizzatori da tavolo in questo articolo? Beh, perché la maggior parte (se non tutti) dei vaporizzatori domestici come il Volcano Classic sono essenzialmente vaporizzatori a sessione e quindi presenterebbero gli stessi "problemi" che incontreresti con i vaporizzatori a sessione portatili. Eppure, ci sono eccezioni a questa regola. Con questo ci riferiamo ai vaporizzatori da tavolo che funzionano anche con frusta o “tubo flessibile” come il Volcano Hybrid o il meno costoso Arizer V-Tower. Se riesci a trovare il modo per posizionare questi vaporizzatori alla distanza giusta potrai usare il bocchino a frusta come una cannuccia e sorseggiare la tua sessione mentre continui a giocare. Ci vuole solo un po' più di fantasia e ingegno.

gamingtext-SW

Hai mai provato a giocare con un vaporizzatore da tavolo? Foto di Antoine Maignan.