Suggerimenti per un 2019 più sano: meno fumo, più vapore

L'inizio del nuovo anno sembra essere un momento adatto a riesaminare vecchie abitudini radicate e vedere se ci sono modi migliori, più sani o più efficienti per godere dei piaceri della vita. Quando si valutano i modi di somministrazione di erbe medicinali, si consiglia di approfondire la conoscenza di queste scelte prima di prendere decisioni affrettate. In questo articolo, risponderemo alla domanda che probabilmente ti sta ronzando in testa da qualche tempo: ha senso ridurre il fumo e iniziare invece a vaporizzare le tue erbe?


Anche se molte sostanze medicinali sono tradizionalmente ingerite per via orale, evitare il tratto digestivo è in molti casi una buona idea. Qualsiasi sostanza ingerita viene scomposta dal fegato mentre attraversa il corpo, con solo una frazione dei componenti attivi che raggiungono effettivamente il flusso sanguigno. Fumare o vaporizzare una sostanza permette di evitare questo passaggio, assicurando che la maggior parte dei componenti attivi raggiunga il cervello in modo rapido ed efficiente.

Quindi, dovresti fumare o vaporizzare le tue erbe medicinali?


Il problema principale del fumo di qualsiasi sostanza, sia che sia chimica o che provenga dalla natura, è che si inalano anche i prodotti nocivi che sono il risultato inevitabile della combustione. La vaporizzazione invece comporta il riscaldamento di una sostanza senza effettivamente permetterne la combustione, motivo per cui vaporizzare le erbe medicinali è più salutare che fumarle. Inoltre, il vapore prodotto dai vaporizzatori è meno caldo e irritante, il che, anche a lungo andare, non danneggia i polmoni. Un'altra caratteristica interessante dei vaporizzatori è che consentono anche di utilizzare concentrati liquidi al posto delle erbe. Poiché alcune sostanze concentrate sono molto pure, questo riduce ulteriormente l'assunzione di eventuali tossine.


Vaporizzare i fiori riduce significativamente anche il rischio di distruggere i componenti attivi dei composti con proprietà medicinali. Fumare un'erba a scopo terapeutico è molto inefficiente perché la maggior parte dell'erba va letteralmente in fumo. Al contrario, i vaporizzatori producono il minimo calore necessario per estrarre i componenti attivi e distribuirli efficacemente in forma gassosa. Non c'è da stupirsi se il vapore di un'erba medicinale vi farà risparmiare una notevole quantità di denaro a lungo andare. Oltre a questo, la maggior parte dei vaporizzatori ti permetterà di impostare una temperatura precisa durante la vaporizzazione di una sostanza, permettendoti di regolare quali componenti attivi estrai e quali lasci indietro.


Oltre ai benefici per la salute, un aumento dell'efficienza e la possibilità di personalizzare l'assunzione di componenti attivi, il vapore dei vaporizzatori generalmente ha un odore e un sapore molto più delicato del fumo. La vaporizzazione in casa diventa quindi una possibilità meno invadente in quanto il vapore non si si insedierà nei tuoi mobili e resterà presente nell'ambiente per circa lo stesso tempo di un diffusore di aromi.

Fumo o vapori – dobbiamo davvero scegliere?


Considerando i molteplici benefici del vapore, dovresti sentirti in obbligo ad abbandonare completamente le tue vecchie abitudini? Non proprio, non stiamo proponendo una scelta così drastica e assoluta. Di tanto in tanto dovresti sicuramente fumare i tuoi fiori, quando ne hai voglia e si presenta l'occasione giusta. A volte puoi non essere in vena di attivare il tuo vaporizzatore o di scalare tra le impostazioni di temperatura. Inoltre, anche la sensazione tattile e un po' cerimoniale di preparare un'erba da fumare potrebbe essere considerata terapeutica. In generale, però, gli argomenti a favore dell'uso più frequente dei vaporizzatori sono solidi come una roccia. Quindi non c'è motivo per non avventurarsi nel mondo della vaporizzazione soprattutto dato il livello di qualità e affidabilità dei vaporizzatori presenti sul mercato in questo momento.

Qual è il vaporizzatore giusto per te?


VapoShop offre parecchie marche di vaporizzatori che renderanno il passaggio dal fumo al vapore il più dolce possibile. TopBond rimane in pole-position quando si tratta di qualità, robustezza e rapporto prezzo-qualità. I vaporizzatori portatili proposti da Linx sono tanto affidabili quanto discreti. Alcuni vaporizzatori on-demand di fascia alta, come il Ghost MV1, forniscono in un batter d'occhio vapore alla precisa temperatura impostata, in modo da poter passare da una impostazione all'altra a seconda delle tue preferenze. Altre marche leader, come DaVinci, offrono una vasta gamma di accessori interessanti. Tra questi ricordiamo gli adattatori per i sistemi di filtrazione ad acqua che consentono di ottenere un vapore ancora più fresco. DynaVap ha sviluppato una serie di vaporizzatori eleganti, non elettrici, con un meccanismo ingegnoso che impedisce alle tue erbe di bruciare. Sfoglia su VapoShop la nostra vasta gamma di vaporizzatori di qualità e non esitare a farci tutte le domande che potresti avere su come trovare un vaporizzatore ideale per le tue esigenze.


Commenti

=