La maggior parte di voi potrebbe aver sentito parlare dei vaporizzatori a convezione e dei vantaggi del loro uso. Forse ne possedete uno, o state pensando di comprarne uno. Anche se un sistema di riscaldamento a convezione è acclamato come il metodo di vaporizzazione preferito tra gli appassionati della vaporizzazione, ci sono alcuni aspetti da tenere in mente. A partire dal fatto che la maggior parte dei vaporizzatori che si definisce vaporizzatore a completa convezione non lo è.

In questo articolo, spiegheremo prima di tutto la differenza tra il sistema di calore a convezione e quello a conduzione. Dopo di che, una volta per tutte, arriveremo fino in fondo alla questione del vapore a convezione di cui tutti sembrano essere convinti.

Che cos'è un vaporizzatore a conduzione?

La maggior parte dei vaporizzatori disponibili sul mercato emettono  dal braciere il calore per attivare la vaporizzazione. In questo tipo di vaporizzatore, le vostre erbe sono riscaldate attraverso il contatto diretto con la piastra calda della camera di riscaldamento (braciere). I vaporizzatori a conduzione sono relativamente facili da progettare e produrre, e quindi, sono spesso più economici dei vaporizzatori che usano un metodo di riscaldamento completamente a convezione.

Poiché il materiale vegetale viene riscaldato attraverso il contatto diretto con una superficie calda, dovrete mescolare l'erba durante la vostra sessione, per ottenere un'estrazione uniforme e non solo delle parti in contatto con la piastra. Un'esposizione a temperature elevate potrebbe anche comportare il rischio di "bruciare" le vostre erbe. Non prenderanno fuoco, ma il tiro sarà duro sulla vostra gola e non avrà un sapore molto piacevole.

I vaporizzatori a conduzione più popolari

Cerca vaporizzatori a conduzione

Che cos'è un vaporizzatore a convezione?

Il riscaldamento a convezione funziona in modo diverso. Tecnicamente la vaporizzazione a convezione non dovrebbe avvenire finché non viene aspirata dell'aria calda sull'erba, estraendo in componenti attivi. L'elemento riscaldante di questi dispositivi non è direttamente in contatto con la camera delle erbe, quindi l'aria calda prodotta filtra attraverso l'infiorescenza o il concentrato in modo più lento e delicato. Questo evita la combustione ed esalta gli aromi dell'erba.

Una camera a convezione spesso richiede più tempo per raggiungere la temperatura impostata rispetto ad una camera a conduzione. Richiede anche una tecnica di inalazione leggermente diversa. Per ottenere i migliori risultati, consigliamo essere più lenti e impazienti con l'inalazione - sarete ricompensati con nuvole di vapore delicate e deliziose.

I vaporizzatori a convezione più popolari

Trova vaporizzatori a piena convezione

Il mito della convezione completa

Anche se spesso dichiarati tali, la maggior parte dei vaporizzatori non sono emettono un vapore a piena convezione. Questo è dovuto a due ragioni in particolare:

  1. I vaporizzatori a conduzione sono più facili da produrre. I vaporizzatori a conduzione non devono essere tecnologicamente avanzati quanto i loro omologhi a convezione. Dopo tutto, è fondamentalmente solo un elemento riscaldante. Il braciere si scalda, e quando la superficie raggiunge la temperatura di vaporizzazione, "cuoce" le vostre erbe. Questo può succedere anche se il dispositivo in questione utilizza il riscaldamento a convezione; non appena il materiale vegetale viene riscaldato per contatto con una superficie calda, diventa vaporizzazione di conduzione.
  2. La convezione richiede una forte potenza. Quando prendi un tiro, l'aria che aspiri attraverso le erbe si raffredda. Così un vaporizzatore a convezione deve contrastare questa tendenza di raffreddamento dell'aria, il che richiede molta potenza ed è abbastanza stressante per la batteria e il sistema di riscaldamento. Tenendo conto della distanza del percorso d'aria, la temperatura e la velocità d'inalazione, per mantenere una temperatura costante, un vaporizzatore completamente a convezione è un dispositivo tecnologicamente avanzato, spesso molto costoso.

Molti vaporizzatori a conduzione sono considerati vaporizzatori a convezione. Il che non è del tutto errato; molti vaporizzatori utilizzano il riscaldamento a convezione, riscaldando l'aria che passa attraverso le erbe. Tuttavia, nella maggior parte di questi vaporizzatori, anche la camera si riscalda, facendo sì che parte dell'estrazione avvenga per conduzione.

Il fattore determinante, che stabilisce quale sistema di estrazione è presente, è se l'erba è in contatto o meno con una superficie calda. Se sì, si tratta di riscaldamento a conduzione, se no è a convezione.

Sfoglia i nostri vaporizzatori


Commenti

=