Celebrando l'erba al Mary jane di Berlino

Gli amanti tedeschi dell’erba si sono riuniti durante un torrenziale week end di inizio giugno alla Berlin Arena per la quinta edizione della fiera Mary Jane Berlin.

Come amante dell’erba e dell’atmosfera di Berlino mi sono anch’io recato in Germania per partecipare all’evento. Mi ha subito colpito come in una città dello sballo come Berlino, è presente anche un lato super salutista, con tutti che vanno in bici, un negozio bio/vegano ogni tre metri e molto molto verde. Ho gradito molto come questi due lati della medaglia possono convivere in armonia.

Quel particolare weekend sembrava che ci fosse la stessa temperatura dell’entroterra siciliano ad agosto. Non essendo particolarmente patito del caldo, per arrivare alla fiera ho evitato il sole come se fossi un vampiro, passando continuamente al marciapiede all’ombra, per non arrivare al padiglione mezzo sciolto.

Godendomi il Linx Hypnos Zero a Berlino

Godendomi il Linx Hypnos Zero a Berlino. Photo credit: @easyorganicweed

A giudicare dalle lunghe file fuori dal padiglione, il Mary Jane Berlin è un evento molto gettonato. Ho incontrato degli amici di una banca dei semi con base in Olanda. Non c’è modo migliore di combattere la noia delle lunghe file che con una buona chiacchierata tra vecchi conoscenti. Appena entrati ho subito notato un’abbondanza di stand dediti alla vendita di apparecchi per coltivazione indoor e outdoor delle nostre piante preferite. Questo tipo di stand è a tutte le fiere, sembra un trend che sta riscuotendo molto successo.

Non passò molto tempo prima di aver trovato un altro amico che lavorava per una ditta di fertilizzanti biologici. L’uso di fertilizzanti biologici aiuta ad assicurare che le piante coltivate siano della più alta qualità, abbiano un ottimo aroma e soprattutto che siano sicure per il consumo.

La fila per entrare al Mary Jane. Photo credit: @easyorganicweed

Il mio amico mi ha mostrato una fiala contenente un olio estratto da un ceppo molto speciale, offrendomi un paio di gocce da prendere sotto la lingua. Mi ha salutato dicendomi: “potresti scordarti di averle prese non sentendo effetti immediati, ma non preoccuparti, tra mezz’ora salirà, puoi starne certo, dicendoti ‘adesso ti ricordi di me?’”

Continuando la mia avventura al Mary, mi sono completamente lasciato trascinare da questo ambiente a base di erba. Come mi aveva avvertito il mio amico, ho sentito le gocce bussarmi al cervello, lasciandomi scivolare in uno stato di rilasso sublime.

Dall’esterno, l’Arena non sembra un posto troppo grande, ma sono rimasto sorpreso dal piccolo mondo che sono riusciti a creare tra esibitori e visitatori, un labirinto tra appassionati e curiosi. Un aspetto che ha bilanciato la situazione tra il caldo e l’affollamento è il fiume vicino all’edificio, placando tutti i corpi sudati con un po’ di venticello che veniva dall’acqua. Sono stati allestiti tavoli da picnic, come cortesia a coloro che apprezzano la loro erba seduti e all’aperto. C’era anche una grossa barca per esaltare ancora di più l’ambiente da spiaggia.

Una volta ritornato all’interno sono passato dallo stand di VapoShop. Mi incuriosiva incontrare George, la mente dietro il gioiello DynaVap. Questi vaporizzatori alimentati a fiamma sono degli straordinari pezzi di ingegneria artigianale. George è il primo fan e utente dei suoi prodotti: la sua passione e entusiasmo traspaiono in ogni suo gesto e nei vaporizzatori stessi. Ha passato tutto il weekend allo stand VapoShop a spiegare l’uso della sua gamma di prodotti a interessati e veri fan.

NonaVonG della DynaVap. Credit: @easyorganicweed

L’aspetto che distingue i DynaVap è la ricerca dei materiali impiegati nella realizzazione di questi vaporizzatori. Per esempio, il NonaVong è particolarmente straordinario nel suo impiego del legno che si adatta comodamente all’uso con qualsiasi sistema di filtrazione ad acqua. Ciò significa che coloro che apprezzano una bella pipa ad acqua in vetro, non sono costretti a bruciare le loro erbe. Dopo l’acquisto di un NonaVong è possibile usufruire dei vantaggi salutari della vaporizzazione, senza cambiare troppo le proprie abitudini.

Come entusiasta della vaporizzazione, ho colto l’occasione di cercare le novità del settore. Ho visto il Boundless Tera, che a primo impatto mi ha dato l’impressione di una bomba a mano. In più, data la capienza della sua camera delle erbe, sono sicuro che avrebbe potuto stendere quasi tutti i presenti in un solo colpo. Ho anche avuto l’onore di essere al cospetto del nuovo PuffCo Peak, che porta l’esperienza dab al prossimo livello.

PuffCo Peak: maestoso. Photo credit: @easyorganicweed

Ho passato tre piacevolissime giornate tra l’ombra e il sole del Berlin Arena, circondato da appassionati che apprezzano l’erba quanto me. Ciò che mi ha colpito di più dell’evento è stata la celebrazione dello stile di vita della cultura dell’erba (se ti interessasse saperne di più su quest’aspetto, puoi leggere a href="https://www.marijuanatimes.org/fueling-the-german-recreational-cannabis-lifestyle/">qui un altro il mio articolo). Il risultato è stato una piacevolissima unione tra innovazione, moda, prodotti a base di erba e creatività.

Ci vediamo allo stand VapoShop al Mary Jane Berlin nel 2019.

Autore Bill (Instagram @easyorganicweed)


Vaporizzatori esclusivi

Se sei un tipo a cui piacciono i piaceri della vita, allora stai probabilmente cercando un vaporizzatore che si colloca su un gradino più alto della media. Alcuni di dei modelli di prima classe selezionati, potrebbero non rientrare nel budget di tutti, ma ciò è dovuto ad una progettazione che spinge i limiti della qualità e del possibile nel mondo dei vaporizzatori. Questi vaporizzatori usano soluzioni tecnologiche all'avanguardia e materiali di primo grado, risultando in un vapore di qualità superiore. Stai cercando un vapore a cinque stelle? Allora non guardare oltre.

Firefly 2

Il Firefly 2 è sinonimo di vapore di prima qualità. Il suo design distinto suscita la nostalgia di una vecchia pipa. L'attenzione al dettaglio è impeccabile, fino alla camera di riscaldamento luminescente che gli conferisce il nome. Nonostante il suo look vintage, la tecnologia del Firefly è assolutamente all'avanguardia. Non solo è possibile abbinarlo all'iPhone (o a qualsiasi altro smartphone) è anche dotato di una finestrella in vetro che rivela gli avvenimenti della camera. Vuoi vaporizzare dell'altro, oltre all'erba? Nessun problema, con una capsula per concentrati potrai vaporizzare la maggior parte degli estratti.

DaVinci IQ

DaVinci IQ è uno dei primi vaporizzatori portatili di lusso lanciato sul mercato, restando in cima ancora oggi. La qualità del vapore è davvero straordinaria per un dispositivo così piccolo, questo è anche grazie alle sue ingegnose soluzioni tecnologiche. DanVinci IQ usa il concetto di 'Smart Path', ovvero delle curve di calore configurate per ottenere il massimo delle tue erbe. Puoi usare le impostazioni predefinite oppure abbinarlo al tuo telefono e progettare il tuo proprio 'path' tramite l'app. Il raffinato display di luci e la vibrazione emessa a dispositivo pronto sono caratteristiche che lo rendono un vero gioiello. Un canale d'aria completamente in ceramica di zirconio ti permette di inalare un aroma più puro. Le batterie sostituibili ti permettono di erogare un vapore delizioso per un periodo prolungato.

PuffCo Peak

Il Peak è un smart dab rig. Non dovrai mai più trafficare con fiamme ossidriche o nail scottanti quando desideri consumare un dab. E in più, non riusciamo a ricordare un dispositivo più attraente del PuffCo Peak. Sotto tutti i punti di vista, il Peak può solo essere descritto come splendido. Ha anche un carisma da set sci-fi, con luci LED integrate e un sistema di raffreddamento ad acqua. Il vetro soffiato è lavorato a mano, per renderlo ancora più esclusivo.

Airvape X

Airvape X non solo ha il pregio di essere uno dei vaporizzatori portatili più sottili disponibili sul mercato, ma è anche veramente bello. Saresti perdonato a pensare che questo vapo sottile produce un vapore magro. Ma non è così: con Airvape X, grazie al suo sistema di raffreddamento, la sua prestazione sfida la sua estetica. È stato progettato in collaborazione con l'esperto di vaporizzatori YouTube, Vape Critic. Puoi restare sicuro che l'oggetto che ti stai comodamente infilando in tasca è degno di un vero vapo intenditore. X è disponibile in nero o blu (novità), inclusi nella confezione troverai un guscio protettivo anti-odore e un tampone per concentrati. Questo elegante vaporizzatore è anche elegantemente prezzato.

CFC 2.0

Forse tutti questi vaporizzatori della fascia più alta sono oltre il tuo budget, oppure sei alla ricerca di un'autentica novità? Eccoti una dritta: il Boundless CFC 2.0 è appena approdato. È descritto come un'unità ultra-discreta, compatta e leggera, da usare mentre sei fuori casa. La sua dimensione minuta cela il fatto che questo piccoletto sia capace di produrre grandi nuvole di squisito vapore. È ben tascabile, ciò non impedisce a Boundless di includere una capiente camera di riscaldamento, da mezzo grammo. VapoShop è il primo negozio a rendere disponibile questa perla in Europa.

Vieni a trovarci a Mary Jane

Non sei ancora sicuro qual è il miglior vaporizzatore per te? Allora potresti venirci a trovare a Mary Jane la fiera del 9-10 Giugno di Berlino, e lasciarti consigliare da uno dei nostri simpatici esperti il vaporizzatore adatto ai tuoi bisogni. Saremo molto felici di accoglierti!


Cos'è un bubbler e perché ne ho bisogno?

Un bubbler, o un sistema di filtrazione ad acqua, è un accessorio che sta conquistando sempre più attenzione – ma di che cosa si tratta esattamente? Vediamo insieme cos'è un bubbler e quali sono i vantaggi a usarlo insieme al tuo vaporizzatore portatile preferito.

Cos'è un bubbler?

La maggior parte dei lettori di questo blog saranno probabilmente a conoscenza dei principi di una pipa ad acqua (comunemente noto come bong). In un bong le erbe sono bruciate e il fumo caldo risultante è raffreddato tramite l'acqua all'interno della pipa. Adopera lo stesso principio d'uso dei narghilè originari dell'India e del Medio Oriente. Peró il fumo che produce è ancora nocivo per la tua salute, anche se raffreddato.

Un bubbler applica lo stesso concetto ma è piccolo abbastanza da poter essere montato sul bocchino di un vaporizzatore portatile. Dato che esistono svariati modelli di vaporizzatori portatili disponibili sul mercato – ognuno con dei bocchini di forma diversa – la maggior parte delle marche ha iniziato a produrre i propri bubbler, precisamente su misura per i propri vaporizzatori. Altre ditte invece stanno direttamente integrando un bubbler nel design, come ad esempio PuffCo Peak.

Solitamente i bubbler sono realizzati in vetro e riescono a contenere un piccola quantità d'acqua che aiuta a raffreddare e umidificare il vapore con cui entra in contatto. Ciò significa che puoi inalare più profondamente senza irritare la gola.

A chi può servire?

Anche se la vaporizzazione è un modo più salutare per consumare la tua erba preferita, non puoi evitare il fatto che il vapore risultante può avvolte essere un po' caldo e secco. Se non ci sei abituato, questo vapore caldo e secco può essere irritante alla gola. Sono soprattutto i fumatori che tendono a tossire quando prendono una boccata da un vaporizzatore.

Un bubbler raffredda e idrata il vapore prodotto, per il piacere e il comfort di coloro a cui la vaporizzazione fa tossire.

Un buon esempio potrebbe essere l'utente a scopo terapeutico, che dovrebbe smettere di fumare, ma che necessita le proprietà medicinali di una determinata erba. Un bubbler renderebbe la vaporizzazione più agiata, permettendo a questo utente di scegliere un consumo più salutare delle sue erbe.

Normalmente vaporizzo ogni giorno, e quando mi è possibile aggiungo sempre un bubbler al mio vaporizzatore. Trovo di poter prendere boccate più profonde senza alcun fastidio. Anche da vaporista piuttosto esperto, avvolte mi esce qualche piccolo colpo di tosse. Ma con l'aggiunta di un bubbler diventa tutto più piacevole.

Quali marche offrono dei bubbler?

Al momento della stesura di questo articolo abbiamo circa 15 bubbler a disposizione del nostro negozio. Questi includono:

  • Linx bubbler: un bubbler in vetro di prima qualità, realizzato su misura per i raffinati modelli Gaia e Hypnos Zero.
  • XMAX bubbler: un sistema di filtrazione ad acqua economico e su misura per i vaporizzatori portatili Starry e Fog. La sua progettazione flessibile gli permette di essere usato anche con altre marche.
  • FlowerMate bubbler: un bubbler dal design ingegnoso per il vaporizzatore portatile FlowerMate.
  • Magic-Flight UFO: come previsto, la versione di un bubbler della Magic-Flight è del tutto particolare. Vedere per credere.

Adattatori: alcune marche non offrono ancora dei bubbler. Non è una tragedia perché è possibile acquistare un adattatore per un sistema di filtrazione ad acqua. È possibile acquistarne uno per il Pax 2/3, il Mighty/Crafty e anche per quel gioiello modulare, lavorato in legno, alimentato a fiamma del Sticky Brick Junior.

Svantaggi per il Bubbler

Per offrire ai nostri lettori una panoramica completa e onesta sull'uso di questo accessorio, dobbiamo anche accennare alle problematiche che si possono incontrare con un sistema di filtrazione ad acqua.

Partiamo dalla prima possibile problematica: i bubbler sono normalmente realizzati in vetro e necessitano di acqua per operare. Non serve un genio per capire dove potrebbero sorgere eventuali problemi – soprattutto quando si tratta della sua portabilità. Se la fragilità del vetro non è protetta, l'articolo potrebbe rompersi; mentre l'acqua al suo interno potrebbe fuoriuscire durante il trasporto.

Probabilmente non daresti troppo all'occhio usandolo durante una passeggiata al parco, ma potrebbe non essere il miglior accessorio da portare alla tua prossima settimana bianca.

Infine, è importante tenere presente che la maggior parte dei sistemi di filtrazione ad acqua sono adatti a una sola marca. Se possiedi un paio di vaporizzatori portatili, potresti doverne acquistare più di uno.

Conclusione

I bubbler sono un ottimo modo per esaltare il sapore delle tue erbe e ottenere il massimo dal tuo vaporizzatore. Con un vapore fresco e umido la tua esperienza sarà la più delicata possibile.

Un bubbler aiuta tutti, dai vapo nerd ai novelli, a migliorare la qualità delle loro sedute. Dai un'occhiata se c'è un bubbler disponibile per il tuo modello.


Uno sguardo a PuffCo Peak

Molti di voi conosceranno PuffCo grazie al popolare e affermato vaporizzatore a penna per concentrati PuffCo Plus. Se hai apprezzato il primo modello, allora il suo seguito, chiamato Peak, sarà di grande interesse per te.

L'intento principale del team di designer e ingegneri PuffCo sarebbe di fornire il miglior modo di consumare concentrati. Hanno intravisto nei concentrati il futuro dell'uso della canapa poiché sostengono che questa forma contenga la parte migliore della cannabis. Secondo il loro sito una buon processo di estrazione ti lascierebbe con la versione  più potente, aromatico e salutare della pianta.

Dab Rig 2.0

Fino a poco tempo fa l'unica scelta per lo sprigionamento del potenziale delle sostanze concentrate consisteva nel dab rig. Poi i vaporizzatori iniziarono a introdurre accessori per la vaporizzazione di concentrati. In ogni caso, i dab rig sono caratterizzati da una tecnologia piuttosto cruda e i vaporizzatori progettati per il consumo di erba, non sono la migliore soluzione per la vaporizzazione di concentrati.

Non c'è da meravigliarsi quindi se il PuffCo Plus ha riscosso così tanto successo. High Times Magazine ha riconosciuto immediatamente le qualità di questo gioiello, proclamandolo il miglior vaporizzatore a penna di tutti i tempi. Questo astro nascete è perfino arrivato a essere protagonista di un telefilm su Netflix - Disjointed (episodio 9).

Introducendo il PuffCo Peak

PuffCo ha unito la tecnologia futuristica dei vaporizzatori moderni con le elevate temperature e la tecnica di raffreddamento ad acqua di un dab rig. Il risultato è un rig ricercato e intelligente: il Peak.

È tutto conservato in una valigetta per il trasporto su misura per il Peak. All'interno trovi un smart rig di 18 cm, con componenti in vetro soffiato, luci LED integrate e una robusta base in silicone.

Avendone visto un esemplare in carne ed ossa (o meglio, in vetro e metallo), posso testimoniare che la finitura è niente meno che spettacolare. Sembra il tipo di dab rig che Tron 2.0 potrebbe utilizzare.

Panoramica delle caratteristiche PuffCo Peak

4 configurazioni uniche di calore

Indipendentemente da come preferisci consumare la tua erba, c'è una configurazione che fa per te. La famosa modalità "sesh", inclusa nel PuffCo Plus - ti permette di estendere la tua seduta, creando un'esperienza dab piuttosto sociale per te e i tuoi amici.

20 secondi per arrivare alla temperatura desiderata

Paragonato ai tre minuti che normalmente i dab rig impiegano per scaldarsi e raffreddarsi, questa è musica per le orecchie dei fanatici di concentrati.

Calibrazione intelligente della temperatura

Il smartware regola automaticamente i tempi di temperatura se il fornello in ceramica è ancora caldo.

Luci LED/ Feedback tattile

Quando necessario la fascia luminosa LED fornisce indicazioni sull'autonomia della batteria e il ciclo di calore in corso. Il feedback tattile tiene il ritmo della seduta in modo impeccabile, per un tiro perfetto ogni volta.

Carica della batteria rapida/ Lunga durata

La batteria raggiunge la sua piena carica in meno di 2 ore e dura per circa 30 gloriose dab.

Distribuzione Europea

Al momento di questa stesura, il PuffCo Peak non è ancora disponibile. Tramite il bollettino VapoShop è possibile ricevere un'email di notifica, appena questo dispositivo è in vendita.

Speriamo di poter iniziare le spedizioni in aprile 2018.


Miglior vaporizzatore portatile per la settimana bianca: Crafty (Storz & Bickel)

Da fanatico snowboarder ed entusiasta vaporista quest'anno ho cercato il miglior vaporizzatore portatile per riconquistare le piste. Credo di aver trovato il vincitore, sotto forma del Crafty della Storz & Bickel, e adesso vi spiego perché lo trovo un eccellente dispositivo per gli amanti della neve.

Vaporizzatore portatile Crafty

Ingegneria Tedesca

Mi sono sempre detto: "nel dubbio, compra la versione tedesca". Dobbiamo ammetterlo, per quanto riguarda le capacità ingegneristiche, i tedeschi tendono a primeggiare nella produzione di tecnologie robuste e affidabili. Basti pensare a marchi come Mercedes, BMW, Porsche, Audi, Siemens, per avere un'idea del livello di qualità che si può aspettare dai prodotti 'made in Gemany'.

Storz & Bickel è stata la prima ditta europea a mettere in commercio vaporizzatori realizzati in materiali certificati di grado medico. I tedeschi prendono i loro prodotti molto seriamente. E questo si nota subito.

La migliore qualità in un vaporizzatore portatile

Nel settore, la Storz & Bickel gode della più alta reputazione in termini di esperienza di vaporizzazione. Il loro piccolo gioiello tascabile, Crafty, rimane all'altezza di questa fama. È leggermente più lento nel riscaldamento rispetto a suo fratello maggiore - il Mighty - ma decisamente abbastanza rapido da usare sullo skilift, per un paio di tiri prima di battere le piste. Il sistema di riscaldamento a convezione offre abbondanti nuvole di delizioso vapore.

Operazione a singolo pulsante

Il Crafty è dotato di un singolo pulsante. È solo necessario caricare il dispositivo alla base, impostare la temperatura desiderata (tramite un app) e sei pronto per prendere un tiro premendo un solo pulsante.

È inoltre possibile configurare una seconda temperatura, detta "booster", attivabile con lo stesso pulsante. Questa modalità è pratica in caso avessi già vaporizzato tutto il possibile alla prima temperatura, ma che per finire il carico è necessaria una temperatura più elevata. Il pulsante è grande abbastanza da poterlo premere con degli ingombranti guanti da sci, senza doverti congelare le dita.

Operare il Crafty con i guanti da sci

Feedback Tattile

Un feedback tattile significa che il vaporizzatore emetterà una vibrazione a temperatura raggiunta. Questa caratteristica ti permette di posare il dispositivo o di tenerlo in tasca mentre raggiunge la temperatura impostata. Puoi sederti sullo skilift, premere discretamente il pulsante mentre il dispositivo è in tasca, aspettare che vibri e prendere un tiro, prima che nessuno noti.

Struttura in plastica robusta

Crafty e suo fratello maggiore Mighty sono entrambi racchiusi in un corpo in plastica durevole. Non sono fuori luogo nella tua cassetta degli attrezzi. Il vaporizzatore Crafty è in grado di resistere a dei seri colpi.

Bocchino Crafty

Angoli arrotondati

Riprendiamo il tema dei seri colpi. Una realtà che purtroppo può anche capitare sulle piste innevate. Quindi se succedesse un incidente (mille corna) sicuramente non vorresti aggravare la situazione con un oggetto spigoloso in tasca, che potrebbe strapparti i vestiti oppure anche la pelle. Quindi Crafty vince anche nella categoria 'miglior vaporizzatore su cui cadere'.

Superficie strutturata

Sono disponibili sul mercato molti vaporizzatori splendidamente lisci e filanti. Entrano ed escono dalle tue tasche in modo così raffinato, che sono i compagni ideali se vai al cinema o ad un concerto. Ma quando usi un vaporizzatore in cima ad un monte,  un guscio levigato non è la massima priorità. Gli sfiati in superficie rendono possibile una migliore impugnatura.

Pre-caricare: l'ausilio di riempimento

Il vaporizzatore Crafty utilizza lo steso ausilio di riempimento in dotazione con tutti gli altri dispositivi Storz & Bickel. È possibile pre-caricare l'unità con la tua erba o i tuoi concentrati preferiti, e in seguito ricaricare quando ne hai bisogno. Darà anche al vaporista più entusiasta abbastanza da vaporizzare per una giornata a giocare nella neve. Se credi di aver bisogno di una maggiore quantità potresti voler posare i tuoi sci e restare allo chalet.

Ricarica tramite cavo USB

È piuttosto comodo avere un vaporizzatore che si ricarica tramite cavo USB, soprattutto in viaggio. È il modo più diffuso per caricare le batteria nei piccoli dispositivi elettronici, quindi nello sfortunato caso in cui ti sia dimenticato il cavo USB, è più facile che uno dei tuoi compagni ne abbia uno da prestarti. E in caso contrario è uno dei carica-batteria più facili da trovare. La batteria dura per un'eternità, a seconda dell'uso potresti non dover neanche ricaricare il vaporizzatore per tutta la settimana.

Ausilio di riempimento Crafty

Gli aspetti negativi

A essere sinceri, il Crafty non è perfetto. Dovresti tener presente alcuni aspetti importanti prima di acquistarlo.

Innanzitutto, questo gioiello non è economico. La Storz & Bickel è sicuramente da piazzare nella fascia più alta del settore, sia per quanto riguarda il prezzo che la qualità. Il Crafty è il loro modello meno costoso, ma è di gran lunga superiore alla maggior parte degli altri vaporizzatori portatili disponibili. Il costo è soprattutto dovuto all'elevato livello d'ingegneria.

Un altro aspetto che mi ha leggermente perplesso è il fatto che il controllo della temperatura avviene unicamente tramite un app (che è eccellente). A seconda dell'uso che ne fai, potresti dover impostarla anche solo una volta. Ma in caso tu voglia cambiare spesso la temperatura, sappi che ogni volta devi tirare fuori il tuo telefono. È stata una mossa piuttosto azzardata da parte della Storz & Bickel fare affidamento in questo modo ad un app, ma il rovescio di questa medaglia è che, una volta impostata la temperatura, l'attivazione è estremamente semplice, con un singolo pulsante. Questa è la ragione per cui considero questo vaporizzatore un'ottima scelta come dispositivo secondario e non primario. Dato il prezzo però, potrebbe non essere alla portata di tutti avere un secondo vaporizzatore così costoso. Se ne devi acquistare solo uno, consiglierei di indirizzarti più verso il Mighty, perché fornisce un completo controllo della temperatura sull'unità stessa.

E come ultima pecca vorrei accennare al fatto che il caricamento dell'erba avviene in tutta semplicità tramite l'ausilio di riempimento che trovi nella confezione Crafty. Ma in caso perdessi questo utensile, il riempimento manuale risulta piuttosto pasticcione. È sempre possibile acquistare un nuovo ausilio.

Pulsante Crfty

Conclusione

Il Crafty è il compagno ideale da portare con sè. Credo infatti che sia il miglior vaporizzatore portatile per l'uso in natura. La sua fabbricazione robusta, i materiali resistenti, una finitura strutturata, gli angoli arrotondati lo rendono la scelta ideale per gli amanti  degli sport all'aperto. Un riempimento facile, una ricarica tramite cavo USB e una lunga autonomia della batteria lo rendono ideale per le sedute fuori casa.

E non bisogna scordarsi che il Crafty della Storz & Bickel produce grandi, gustose nuvole di vapore a convezione, sia per le cime che per i concentrati. Quindi - tra tutti i fantastici vaporizzatori portatili disponibili sul mercato - il Crafty sarebbe il mio vaporizzatore preferito da portare in settimana bianca.


Vaporizzatori alimentati a fiamma, una guida (e i nostri 5 modelli preferiti)

Alcune novità dal mondo della vaporizzazione portatile stanno aprendo la strada a una nuova generazione, con modelli ricchi di soluzioni tecnologiche innovative. I dispositivi più avanzati oggigiorno offrono una connessione Bluetooth (vi dicono qualcosa le marche Davinci IQ o del PAX 3?), per non parlare delle potenti batterie agli ioni di litio e l’uso non trascurabile di materiali aerospaziali. Queste grandiose novità potrebbero facilmente eclissare una delle più interessanti nicchie del settore: i vaporizzatori portatili alimentati a fiamma. Come indicato dal nome, questi vaporizzatori sono alimentati dal fuoco come fonte diretta del calore, invece che da batterie e elementi riscaldanti elettronici.

Vaporizzazione a fiamma?

Mentre la maggior parte dei vaporizzatori sono elettronici, quindi usano una batteria per convertire l’energia nel calore necessario per vaporizzare l'erba (generalmente a temperature tra i 170 e 220°C), i dispositivi alimentati a fiamma usano direttamente il calore del fuoco di un accendino normale o a torcia. Per evitare però che l’erba si bruci (uno dei cardini della vaporizzazione) il riscaldamento avviene indirettamente. Quindi la fiamma riscalda un materiale (come l’acciaio o il vetro) che a sua volta, tramite il calore emesso dal materiale, riscalda l’erba, vaporizzandola. Questo metodo di riscaldamento indiretto viene chiamato a convezione. Detto questo, comunque un po’ di combustione potrebbe verificarsi, soprattutto se il calore viene applicato troppo a lungo: è sempre quindi importante imparare con un po’ di pazienza e d’intuizione la tecnica d'applicazione del calore giusta per te e il tuo dispositivo.

Benché questi vaporizzatori non siano adatti a tutti, i modelli alimentati a fiamma presentano dei significativi vantaggi.

1. Sempre e ovunque

Con una batteria scarica e nessuna presa disponibile, il tuo vaporizzatore a batteria diventa praticamente inutile. Se le batterie del tuo vaporizzatore sono intercambiabili, questa situazione può essere evitata grazie a una batteria di scorta, ma molti modelli non offrono questa possibilità, quindi una presa o un power-bank sono necessari per continuare a vaporizzare dopo l’esaurimento della carica iniziale. Mentre è sempre anche possibile esaurire il gas per l’accendino, è normalmente più facile trovare qualcuno con un accendino che una presa – almeno secondo il karma universale dei fumatori.

2. Prezzo conveniente

Dato che il design di un vaporizzatore a fiamma è spesso più semplice di un dispositivo elettronico (che contiene una batteria, un sofisticato sistema di riscaldamento, un condotto del calore, ecc.), la maggior parte dei vaporizzatori operati a fiamma costano circa 50 euro. Alcuni utenti li adoperano addirittura come dispositivi usa-e-getta: quando viaggiano ne portano (o acquistano) uno pulito al paese di destinazione, senza riportarlo dopo averlo usato.

3. Aroma

Per via dell’assenza di componenti in plastica o parti elettroniche, i vaporizzatori alimentati a fiamma sono rinomati per la loro produzione di vapore puro, dal gusto straordinario. La maggior parte di questi modelli sono realizzati con l’uso di materiali naturali o inerti, come il vetro, la ceramica e il legno.

I nostri 5 vaporizzatori alimentati a fiamma preferiti

VapCap (€39 - €159)

VapCap (della DynaVap) è un prodotto relativamente nuovo. Prodotto negli USA, VapCap è disponibile in vari materiali, con una fascia prezzo che va dai 39 euro per VapCap originale (in vetro) e arriva ai 159 euro per un modello in robusto titanio (OmniVap), passando per VapCap M che offre il miglior rapporto qualità-prezzo (rendendolo il nostro VapCap più venduto). L’elemento distintivo del VapCap è l’emissione di uno scatto a raggiungimento della temperatura desiderata. Il seguente video mostra la tecnica di riscaldamento:


DynaVap vanta un fan-club molto appassionato e fedele che apprezza i prodotti VapCap per la loro facilità d’uso e l’eccellente qualità del vapore.

Visualizza tutti i modelli VapCap

VaporGenie (€ 49,50)

Un eterno classico, il vaporizzatore a forma di pipa VaporGenie è ormai in circolazione da quasi dieci anni. Distinguendosi per il suo sistema a filtrazione brevettato, VaporGenie viene riscaldato applicando una fiamma al filtro (senza toccarlo), poi l’aria calda che attraversa l’erba, produce un vapore a convezione assolutamente sublime. Anche se questo processo richiede un perfezionamento della tecnica da parte dell’utente, in molti sono convinti della semplice eleganza (e del prezzo) dei vaporizzatori VaporGenie, preferendoli ai moderni modelli elettronici.

Si ricorda che con il VaporGenie è meglio usare la fiamma di un accendino normale.

Ordina VaporGenie Classic

Vapman (€80)

VapMan è un vaporizzatore tascabile a lavorazione artigianale che ci arriva dalla Svizzera. Consigliamo di usarlo con un accendino a torcia. Il guscio esterno rigido è a forma di uovo per proteggere Vapman da possibili danni e urti. Le parti interne sono state progettate con grande cura, per un riscaldamento che combina il calore a convezione con quello a conduzione, dispensando un’intensità vapore ottimale.

Ordina Vapman

Vaponic Plus (€79)

Vaponic Plus è minuscolo e furtivo, affidabile e ben progettato. Un vaporizzatore portatile in vetro realizzato con l’uso di materiali della qualità più elevata (vetro borosilicato, acciaio inox e silicone di grado medico). Il risultato? Il vapore emesso dal Vaponic è estremamente aromatico.

Mentre si presenta una lieve curva d’apprendimento per ottenere le nuvole di vapore più soddisfacenti dal tuo Vaponic (soprattutto per trovare l'equilibrio con il tempo di riscaldamento), assicuriamo che l’impegno sarà ampiamente premiato.

Ordina Vaponic Plus

La versione classica del Vaponic (senza la custodia in legno) è disponibile a soli €39.50.

Novità: Vaporizzatori Sticky Brick

Un’altra recente aggiunta alla nostra collezione di vaporizzatori alimentati a fiamma sono i vaporizzatori Sticky Brick. Disponibili in vari modelli e in diverse finiture in legno, questi vaporizzatori lavorati a mano sono semplici nel design ma incredibilmente efficienti. Inoltre sono ampiamente elogiati per il loro vapore (a convezione) denso e delizioso. Sicuramente un classico del futuro!

Vedi i vaporizzatori Sticky Brick


3 Vaporizzatori portatili facili da usare

Quando parliamo di vaporizzatori portatili ci riferiamo a un mercato in costante evoluzione, soprattutto durante gli ultimi anni. I progressi tecnologici integrati nei vaporizzatori d'oggi, dalla connessione Bluetooth ai sensori di movimento, sono veramente sorprendenti e innovativi. Ma è davvero necessaria tutta questa tecnologia? Secondo un sondaggio di un rivenditore online Torontovaporizer, il 51% degli intervistati ha dischiarato che le temperature pre-impostate soddisfano i loro bisogni di vaporisti. Solo il 20% non si trovava d'accordo con questa affermazione e il 29% non si è espresso sull'argomento. Quindi, anche se i luccicanti schermi digitali e un controllo preciso della temperatura (anche tramite app) sono dei punti di forza nelle vendite, la maggior parte degli utenti si considera contento della disponibilità di configurazioni limitate.

In questo articolo daremo uno sguardo a tre dei vaporizzatori portatili più gettonati e più semplici. Questi dispositivi sono un'ottima scelta per i principianti della vaporizzazione, ma anche degli eterni preferiti tra gli utenti a scopo medicinale.

1. Mighty

Secondo molti entusiasti della vaporizzazione, Mighty (della Storz & Bickel) è l'indiscusso re dei portatili, a partire dal suo lancio nel 2014. Caratterizzato da due batterie integrate, il Mighty è una vera potenza portatile, con una carica abbastanza forte da durare per diverse sedute. Con un tempo di riscaldamento di 90 secondi, oggigiorno Mighty non è ritenuto uno dei vaporizzatori più rapidi, ma si riscatta con un’imparagonabile qualità del gusto e un'eccellente produzione di vapore. Combinando un calore prodotto a convezione e a conduzione con un fornello ad alta capacità, Mighty è responsabile d'aver convertito innumerevoli fumatori in entusiasti vaporisti.

È facile da usare? Mighty è operato da tre pulsanti. I pulsanti più (+) e meno (-) si trovano comodamente ai lati dello schermo LCD. Questo schermo indica tutti i valori essenziali: temperatura attuale, quella impostata e l'autonomia della batteria.

Svantaggi? La grande capacità della batteria rende il Mighty leggermente ingombrante, non esattamente furtivo o tascabile. Comunque, accettando le dimensioni di questa bestia, non potrai pentirti di questo vaporizzatore progettato in Germania, di primissima qualità.

Ordina Mighty

2. Boundless CF

Al suo debutto, nel 2016, la ditta con sede centrale a Los Angeles, è stata accolta da un grande successo, avendo lanciato diversi vaporizzatori portatili di notevole popolarità.

Uno dei loro modelli più venduti e anche uno dei più semplici all'uso è Boundless CF. Un potente elemento riscaldante a 80 watt assicura il raggiungimento della temperatura impostata entro 20 secondi. Con un fornello ad alta capacità, cinque intervalli di temperatura pre-impostati e un prezzo accessibile (CF costa 129 euro), non si può sbagliare con questo portatile compatto e senza fronzoli.

È facile da usare? Il fornello roteante del CF si apre in modo simile al Mighty, rendendo il processo di riempimento e svuotamento un gioco da ragazzi. Premendo il pulsante di accensione cinque volte, il vaporizzatore si attiva; premendo lo stesso pulsante tre volte in rapida successione si scala da una temperatura pre-impostata alla prossima. La temperatura è indicata sul dispositivo stesso tramite una spia LED, che mostra la temperatura attuale. La ricarica di questo dispositivo è veloce e facile, è solo necessario connettere un cavo micro-USB al CF, allo stesso modo in cui si ricaricano la maggior parte degli smartphone.

Svantaggi? La maggior parte del guscio esterno del dispositivo è realizzato in plastica (gommata e di alta qualità), un materiale che ne diminuisce la raffinatezza, sia visiva che tattile.

Ordina Boundless CF

3. Arizer Solo

Arizer Solo è un classico dei vaporizzatori portatili da parecchi anni, e resta il più amato dagli utenti a scopo medicinale, ma anche un preferito tra gli appassionati a scopo ricreativo. Questo vaporizzatore vanta dei materiali e una lavorazione estremamente robusti, con una batteria a buona durata e un'incredibile produzione di vapore.

Con il lancio, nel 2017, del suo successore, Solo II, Solo originale è sceso nel prezzo, per un rapporto qualità-prezzo ancora più attraente.

È facile da usare? Arizer Solo è dotato di due pulsanti, che se premuti insieme attivano il dispositivo, e se usati separatemene regolano la temperatura. Le luci LED mostrano la temperatura attuale e quella impostata su una scala da 1 a 7. Per vaporizzare: riempire l'estremità inferiore del bocchino in vetro con un po' di erba, riposizionarlo e una volta raggiunta la temperatura desiderata, assaporare il delizioso vapore.

Solo è molto semplice da mantenere. Il bocchino in vetro può essere immerso nell'alcol isopropilico, il fornello può essere pulito usando uno spazzolino o una veloce passata con un cotton fioc imbevuto d'alcol.

Svantaggi? Alcune caratteristiche del Solo iniziano a mostrare l’età, soprattutto il tempo di riscaldamento (che si avvicina a un minuto), e il suo aspetto ingombrante non lo rende il dispositivo più ideale da portare in giro discretamente. Comunque, il nuovo Arizer Solo II risolve i problemi legati alla batteria, offrendo un tempo di riscaldamento più rapido e un'autonomia più lunga. Inoltre presenta un look aggiornato, ma senza allontanarsi troppo delle sue radici. Anche se questi miglioramenti sono di riguardo, aggiungendosi ad altre novità come uno schermo LED, le nuove caratteristiche appaiono un po’ più complicate, per questo non includiamo Solo II in questa lista.

Ordina Arizer Solo originale


Verifica dell'età

È necessario avere compiuto 18 anni per visitare il sito VapoShop.