Blog

Sfatare il mito della vaporizzazione a convezione

La maggior parte di voi potrebbe aver sentito parlare dei vaporizzatori a convezione e dei vantaggi del loro uso. Forse ne possedete uno, o state pensando di comprarne uno. Anche se un sistema di riscaldamento a convezione è acclamato come il metodo di vaporizzazione preferito tra gli appassionati della vaporizzazione, ci sono alcuni aspetti da tenere in mente. A partire dal fatto che la maggior parte dei vaporizzatori che si definisce vaporizzatore a completa convezione non lo è.

In questo articolo, spiegheremo prima di tutto la differenza tra il sistema di calore a convezione e quello a conduzione. Dopo di che, una volta per tutte, arriveremo fino in fondo alla questione del vapore a convezione di cui tutti sembrano essere convinti.

Che cos'è un vaporizzatore a conduzione?

La maggior parte dei vaporizzatori disponibili sul mercato emettono  dal braciere il calore per attivare la vaporizzazione. In questo tipo di vaporizzatore, le vostre erbe sono riscaldate attraverso il contatto diretto con la piastra calda della camera di riscaldamento (braciere). I vaporizzatori a conduzione sono relativamente facili da progettare e produrre, e quindi, sono spesso più economici dei vaporizzatori che usano un metodo di riscaldamento completamente a convezione.

Poiché il materiale vegetale viene riscaldato attraverso il contatto diretto con una superficie calda, dovrete mescolare l'erba durante la vostra sessione, per ottenere un'estrazione uniforme e non solo delle parti in contatto con la piastra. Un'esposizione a temperature elevate potrebbe anche comportare il rischio di "bruciare" le vostre erbe. Non prenderanno fuoco, ma il tiro sarà duro sulla vostra gola e non avrà un sapore molto piacevole.

I vaporizzatori a conduzione più popolari

Cerca vaporizzatori a conduzione

Che cos'è un vaporizzatore a convezione?

Il riscaldamento a convezione funziona in modo diverso. Tecnicamente la vaporizzazione a convezione non dovrebbe avvenire finché non viene aspirata dell'aria calda sull'erba, estraendo in componenti attivi. L'elemento riscaldante di questi dispositivi non è direttamente in contatto con la camera delle erbe, quindi l'aria calda prodotta filtra attraverso l'infiorescenza o il concentrato in modo più lento e delicato. Questo evita la combustione ed esalta gli aromi dell'erba.

Una camera a convezione spesso richiede più tempo per raggiungere la temperatura impostata rispetto ad una camera a conduzione. Richiede anche una tecnica di inalazione leggermente diversa. Per ottenere i migliori risultati, consigliamo essere più lenti e impazienti con l'inalazione - sarete ricompensati con nuvole di vapore delicate e deliziose.

I vaporizzatori a convezione più popolari

Trova vaporizzatori a piena convezione

Il mito della convezione completa

Anche se spesso dichiarati tali, la maggior parte dei vaporizzatori non sono emettono un vapore a piena convezione. Questo è dovuto a due ragioni in particolare:

  1. I vaporizzatori a conduzione sono più facili da produrre. I vaporizzatori a conduzione non devono essere tecnologicamente avanzati quanto i loro omologhi a convezione. Dopo tutto, è fondamentalmente solo un elemento riscaldante. Il braciere si scalda, e quando la superficie raggiunge la temperatura di vaporizzazione, "cuoce" le vostre erbe. Questo può succedere anche se il dispositivo in questione utilizza il riscaldamento a convezione; non appena il materiale vegetale viene riscaldato per contatto con una superficie calda, diventa vaporizzazione di conduzione.
  2. La convezione richiede una forte potenza. Quando prendi un tiro, l'aria che aspiri attraverso le erbe si raffredda. Così un vaporizzatore a convezione deve contrastare questa tendenza di raffreddamento dell'aria, il che richiede molta potenza ed è abbastanza stressante per la batteria e il sistema di riscaldamento. Tenendo conto della distanza del percorso d'aria, la temperatura e la velocità d'inalazione, per mantenere una temperatura costante, un vaporizzatore completamente a convezione è un dispositivo tecnologicamente avanzato, spesso molto costoso.

Molti vaporizzatori a conduzione sono considerati vaporizzatori a convezione. Il che non è del tutto errato; molti vaporizzatori utilizzano il riscaldamento a convezione, riscaldando l'aria che passa attraverso le erbe. Tuttavia, nella maggior parte di questi vaporizzatori, anche la camera si riscalda, facendo sì che parte dell'estrazione avvenga per conduzione.

Il fattore determinante, che stabilisce quale sistema di estrazione è presente, è se l'erba è in contatto o meno con una superficie calda. Se sì, si tratta di riscaldamento a conduzione, se no è a convezione.

Sfoglia i nostri vaporizzatori


Ghost MV1: qualche consiglio per perfezionare il suo uso

Una delle più interessanti e acclamate novità nel campo dei vaporizzatori portatili è il Ghost MV1. Come primo dispositivo del produttore Ghost, dal design eccezionale, dalla tecnologia innovativa e dal look fantasticamente futuristico, questo vapo è qui per creare onde e cambiare per sempre l'esperienza di vaporizzazione portatile.

Tuttavia, la bellezza e i benefici di questo dispositivo si rivelano concretamente solo dopo aver padroneggiato una curva di apprendimento operativa. Siamo qui per aiutarti ad ottenere il massimo dalla tua esperienza Ghost MV1. Questi suggerimenti e trucchi ti aiuteranno a sviluppare ulteriormente le funzioni di base apprese attraverso il manuale d’uso.

Ci sono diversi fattori che influenzano un'estrazione di erba dal vaporizzatore portatile Ghost MV1: la secchezza del materiale, la temperatura selezionata, il tipo di materiale, la grossolanità della macinazione, la velocità di estrazione e l'altezza dello stelo d'aspirazione. Una delle esperienze più gratificanti nella vaporizzazione è quella di conoscere a fondo il tuo dispositivo. Sapere come combinare e mettere a punto tutti gli elementi che lo influenzano crea un’esperienza soddisfacente e davvero tua.

Materiale

In qualsiasi vaporizzatore, è essenziale che si utilizzi materiale da vaporizzare essiccato. Tuttavia, nel Ghost, questo aspetto incide ancora di più. Qualsiasi umidità nel materiale botanico influisce negativamente sulle prestazioni. Il modo migliore per assicurarsi che il materiale sia essiccato, è quello di macinarlo e poi stenderlo su un pezzo di carta, per circa mezz'ora. Questo dovrebbe garantire un'essiccazione ottimale.

Le erbe secche dovrebbero essere macinate grossolanamente. Una macinazione troppo fine potrebbe vedere alcune particelle uscire dai fori del filtro ed entrare nel percorso dell'aria del vaporizzatore. Come con la maggior parte degli altri vaporizzatori, la camera delle erbe, che in questo caso è un crogiolo rimovibile, dovrebbe essere riempito fino all'orlo, ma non troppo fittamente. Dopo aver riempito il crogiolo si raccomanda di pressare leggermente sull'erba, assicurandoti che non strabordi. La perfetta densità dell'erba è anche il risultato delle tue esperienze ed esperimenti.

Ordina accessori MV1 Ghost MV1 ►

Temperatura

Un altro aspetto fondamentale di grande influenza sulle prestazioni è il livello di temperatura. Per una migliore esperienza, è meglio iniziare con l'impostazione più bassa della temperatura. La prima aria calda che attraversa le erbe inizia la vaporizzazione dei composti a temperatura d'estrazione più bassa. Prendendo uno o due tiri a questo livello, poi due o tre a quella media e terminando con qualche tiro al quarto o quinto livello, si otterrà la sessione migliore. Tutti i composti saranno così erogati alla temperatura giusta, l'intera gamma di aromi sarà stata rilasciata e saranno state prodotte nubi di vapore dense e copiose.

Tutti questi aspetti, l'estrazione, l'aroma e il volume di vapore, nel Ghost MV1 sono di altissima qualità. Tuttavia, vogliamo continuare a sottolineare che per raggiungere il massimo livello di prestazione è necessario conoscere il tuo dispositivo.

Per quanto riguarda il calore prodotto dal vaporizzatore, tieni presente che il crogiolo si scalda molto. Infatti, non è possibile toccarlo subito dopo una sessione. Si tratta di un sistema di riscaldamento a convezione e nonostante i materiali a bassa conducibilità, il crogiolo e il coperchio restano ancora molto caldi e necessitano di qualche istante di raffreddamento prima di essere scambiati o rimossi.

Dopo una sessione il produttore raccomanda di aprire il coperchio e soffiare sul crogiolo, o di inalare attraverso lo stelo senza premere il pulsante, per permettere all'aria fredda di passare attraverso il percorso dell'aria, raffreddandolo.

Foto di @Doornappel

Alcuni altri consigli e trucchi per il tuo Ghost MV1

Batteria Ghost MV1

Dopo aver ricevuto Ghost MV1 è necessaria una piena ricarica per poter iniziare a utilizzare il dispositivo. Con l'acquisto di un caricabatterie veloce puoi evitare una carica iniziale prolungata. Tuttavia, se un caricabatteria veloce non è disponibile, prima del primo uso mettilo in carica e aspetta fino al giorno successivo, quando la luce si dovrebbe spegnere. Non eseguendo correttamente questo passo può “danneggiare” o mostrare “una carica falsa” della batteria.

Ghost MV1 e concentrati

Il Ghost funziona in modo molto efficiente con i concentrati. È necessario assicurarsi che il Ghost sia in modalità concentrati, poi aggiungi il tuo estratto al tampone prima di metterlo nel crogiolo.

Ultime note

Il Ghost MV1 non è un classico vaporizzatore portatile. È leggermente più ingombrante della media, richiede spazio e tempo per il caricamento e la potenza necessaria per il suo funzionamento lo rende più adatto come portatile domestico. In altre parole, non è il vaporizzatore portatile che si porta in discoteca o ad un festival.

Il Ghost MV1 ha un proprio sistema operativo che lo distingue da molti normali metodi di vaporizzazione. È importante conoscerlo e capirlo prima di utilizzarlo. Tuttavia, una volta raggiunta questa curva di apprendimento, la purezza e la potenza della sessione non hanno rivali rispetto alla maggior parte degli altri vaporizzatori portatili che trovi sul mercato. Una vera gemma rara.

Ordina il Ghost MV1 ►


I 10 migliori vaporizzatori portatili del 2018

Sei alla ricerca del miglior vaporizzatore portatile? Lascia che VapoShop ti dia qualche esperto consiglio.

Qual è il miglior vaporizzatore portatile? Sembra una domanda facile da porsi ma non a rispondere. A dire il vero non esiste il miglior vaporizzatore in assoluto, ma sicuramente esiste il miglior vaporizzatore per te.

Per trovare il miglior vaporizzatore adatto ai tuoi bisogni, devi come prima cosa pensare a come lo vuoi utilizzare. Dove vaporizzerai più spesso? Cosa vaporizzerai? Cerca di pensare alle caratteristiche più importanti per soddisfare il tuo uso – preferisci un dispositivo discreto o potente? Erbe essiccate o concentrati?

Tenendo tutto ciò presente, il nostro team di appassionati vaporisti ha completato una lista dei migliori vaporizzatori portatili del 2018, descrivendo le caratteristiche più rilevanti al fine di aiutarti a decidere quale vaporizzatore possa fare al caso tuo.

Vaporizzatore PAX 3 – dove lo stile incontra tecnologia all’avanguardia.

Da anni il vaporizzatore PAX è tra le prime file dei migliori vaporizzatori portatili. Il loro ultimo modello, il PAX 3 offre diversi aggiornamenti rispetto al suo predecessore, PAX 2, mantenendo però sempre la stessa forma e un design di massima eleganza. L'ultimo modello è dotato di una batteria più potente che mantiene la carica più a lungo e si riscalda più velocemente. È inoltre anche possibile vaporizzare concentrati, grazie all’inserto per concentrati incluso nella confezione.

Il PAX 3 è il miglior vaporizzatore portatile grazie al suo fattore discrezione. È possibile infilarlo in tasca o in borsa e passerebbe completamente inosservato. È perfetto per una serata fuori con gli amici. Per coloro che desiderano micro-dosare, è possibile inserire il coperchio del fornello, per ridurre il volume della camera delle erbe del 50%. Ciò rende il PAX 3 uno straordinario vaporizzatore portatile, per coloro che vogliono far durare la loro erba.

Il vaporizzatore PAX 3 può connettersi al tuo smartphone tramite un app. Questa caratteristica ti permette di personalizzare la tua esperienza, e di regolare le impostazioni di temperatura a tuo piacimento. Un vaporizzatore smart ti consente di tenere il tuo dispositivo aggiornato al firmware più recente. La PAX migliora regolarmente il loro software, per offrirti un’esperienza in costante miglioramento.

Ordina PAX 3 ►

Vaporizzatore VapCap M – potenza e distinzione

Il VapCap M della DynaVap è in assoluto il miglior vaporizzatore alimentato a fiamma. E complessivamente è uno dei migliori vaporizzatori per la vaporizzazione di erba e concentrati con lo stesso dispositivo. È uno dei vaporizzatori più economici sul mercato. È delle dimensioni di una penna, rendendolo incredibilmente discreto. Grazie ai materiali di fabbricazione di prima qualità, il vapore erogato è altrettanto delicato, rendendolo uno dei dispositivi preferiti degli intenditori della vaporizzazione.

Il VapCap M è lavorato presso una piccola ditta artigianale negli Stati Uniti. Questo gli conferisce il pieno controllo sui prodotti che distribuiscono, garantendo la più alta qualità di tutti i VapCap M.

Il VapCap M è adatto a coloro le cui abitudini di vaporizzazione si estendono su un periodo più lungo di tempo, senza dover dipendere da una fonte elettrica. È ideale da portare in gita o in campeggio. È addirittura possibile usare come fonte di calore la brace di un falò o una candela. Ma il nostro modo preferito resta con un accendino a fiamma ossidrica, preferibilmente carico di gas butano.

L’acquisto di un VapCap M è solo l’inizio. È il primo passo per scoprire il mondo della DynaVap che offre una vasta collezione di vaporizzatori realizzati e rifiniti nei materiali più ricercati e pregiati.

Ordina VapCap M ►

Vaporizzatore Boundless CFX – il prossimo livello di vaporizzazione

Il Boundless CFX è uno dei migliori vaporizzatori in termini di rapporto qualità-prezzo. È protetto da un involucro solido resistente agli urti. La potente batteria fa in modo che le erbe essiccate contenute nella camera vengano riscaldate velocemente, tramite l'elemento riscaldante a convezione. Ciò risulta in abbondanti nuvole di denso vapore. Una grande batteria si traduce anche in un’autonomia più lunga.

Un’altra ragione che rende il vaporizzatore CFX uno dei migliori portatili del 2018 è che è l’unico dispositivo al momento disponibile con uno schermo a colori. Ciò rende molto facile leggere il display, anche quando c’è sole. Mostra la temperatura attuale, quella impostata, il tempo di riscaldamento rimasto e lo stato della batteria. Una funzione di auto-spegnimento ti aiuta a preservare l’autonomia della batteria e la tua erba essiccata.

A parte le tue erbe essicate, è anche possibile vaporizzare oli e concentrati, usando gli inclusi accessori.

Il CFX può essere messo in carica tramite un adattatore DC oppure un cavo USB. Questo doppio metodo di ricarica è il meglio dei due mondi: con una spina da muro il dispositivo si ricarica velocemente, ma quando sei fuori casa è sempre possibile trovare un porto USB dove metterlo in carica.

Il Boundless CFX è un vaporizzatore portatile, potente, conveniente e versatile.

Ordina Boundless CFX ►

Vaporizzatore Firefly 2 – inalazioni dolci e aromatiche per estrarre tutta la bontà delle erbe.

Firefly 2 è in assoluto il miglior vaporizzatore portatile in termini di qualità del vapore. Se l’aspetto più importante per te è il gusto del tuo vapore, questo vaporizzatore è la tua prima scelta.

Una volta caricato il tuo vaporizzatore Firefly 2 con la tua erba terapeutica (o concentrato) preferito, l’erogazione di puro vapore avviene semplicemente sfiorando i due sensori da entrambi i lati del corpo. È anche possibile riconfigurare tramite l'app le funzioni del dispositivo, per renderlo attivabile tramite un solo dito.

Firefly 2 ha un aspetto davvero meraviglioso, e siede comodamente nel palmo della tua mano, grazie al design dinamico e alla straordinaria qualità di fabbricazione. Per ridurre il peso del vaporizzatore rispetto al Firefly originale del 2014, il corpo è stato realizzato il lega di magnesio, rendendo il dispositivo 55% più leggero e 33% più piccolo del suo predecessore. La bassa termo-conduttività di questo materiale evita che il Firefly si surriscaldi e che ti scotti le dita.

Non c'è dubbio riguardo al fatto che questo sia un prodotto di prima classe. Questo alto livello di qualità è applicato anche alle componenti interne con prestazioni che si abbinano allo straordinario look. Tutte le recensioni sono più che positive. TechCrunch nella loro recensione dice che “crea una inalazione dolce e deliziosa e può estrarre il massimo del piacere dalle erbe con un minimo di materiale”.

Ordina Firefly 2 ►

Vaporizzatore Mighty – puro robusto piacere

Per molti utenti il Mighty è il miglior vaporizzatore portatile in circolazione grazie alla sua elevata potenza e alla sua fabbricazione resistente. Molti si riferiscono al suo produttore - Storz & Bickel - come il Mercedes Benz dei vaporizzatori. La confezione è dotata di tutto il necessario per iniziare. L’utente esercita il pieno controllo sull’elemento riscaldante a convezione, il cui calore passa attraverso una camera delle erbe più grande della media.

Il potente vaporizzatore Mighty è uno dei migliori vaporizzatori portatili per gli utenti a scopo medicinale, in quanto è dotato di capsule di dosaggio che è possibile pre-riempire, consentendo l’utente di caricare rapidamente la camera quando è necessario. È facile e intuitivo da usare, basta accenderlo pigiando il bottone una sola volta e regolare la temperatura tramite le freccette. Emette una vibrazione a temperatura desiderata raggiunta.

Il Mighty racchiude due potenti batterie, il che significa che si riscalda velocemente e che la carica dura a lungo.

Il Mighty è il miglior vaporizzatore portatile per coloro che hanno bisogno di un dispositivo robusto. La parte esterna è realizzata in plastica della stessa alta qualità presente in un apparato elettronico. Non sfigurerebbe nel vostro kit di utensili. È perfetto per chiunque voglia sperimentare un potente tiro di vapore.

Ordina Mighty ►

Crafty Vaporizzatore – qualità del Mighty sempre a portata di mano

Il Crafty della Storz & Bickel è il miglior vaporizzatore portatile per coloro che vogliono avere un'esperienza potente, ma in formato piccolo. È perfetto per coloro che vogliono portarsi in giro il proprio vaporizzatore, e necessitano un dispositivo piccolo e robusto - sciatori o snowboarder per esempio. L'esperienza di vaporizzazione è esattamente la stessa del più grande Mighty, anche se per via di una singola batteria il tempo per raggiungere la temperatura configurata è leggermente maggiore. Detto ciò, la durata della batteria è eccellente e con un uso moderato Crafty manterrà la carica per diversi giorni senza il bisogno di metterlo in carica.

È possibile controllare le impostazioni della temperatura tramite il tuo smartphone. La loro applicazione è una delle migliori sul mercato e la configurazione è intuitiva. L’assenza di pulsanti e di uno schermo sul dispositivo ha permesso alla Storz & Bickel di includere una batteria più potente, per offrire una migliore esperienza rispetto ad altri vaporizzatori portatili della stessa taglia disponibili sul mercato.

Il riempimento è facile come nel Mighty ed è dotato di uno strumento per il riempimento. È inoltre possibile utilizzare lo stesso sistema a capsule dosatrici che consentono di essere pre-caricate di materiale, per agevolare una seduta mentre si è in movimento. Il design e i materiali robusti rendono possibile di gettare il Crafty nello zaino senza doversi preoccupare di graffiarlo o aprirlo accidentalmente.

Ordina Crafty ►

DaVinci IQ Vaporizer – il più intelligente vaporizzatore portatile

Il DaVinci IQ è sul mercato da un po' di tempo, ma è attuale come i suoi concorrenti ed è il miglior dispositivo portatile per coloro che richiedono discrezione e un vapore dal grande sapore. È un vapo smart che si collega al tuo telefono. Attraverso l'app, è possibile modificare i “smart paths” che sono profili di riscaldamento personalizzati. Sembra complicato, ma non preoccupatevi, al momento della consegna è già impostato con quattro profili di riscaldamento predefiniti che si adattano alla maggior parte delle persone. Sul dispositivo è possibile passare a una modalità che consente di comporre l'esatta temperatura desiderata.

Ci sono alcuni dettagli eccezionali nel design dell’IQ. Per riempire la camera, c'è un vassoio di caricamento piatto e liscio – una caratteristica che vorrei fosse standard in tutti i vaporizzatori. C'è anche un pratico utensile di mescolazione integrato nell’apparato che si nasconde ordinatamente.

Il sapore della tua erba essiccata quando viene riscaldata nel vaporizzatore DaVinci è meravigliosamente pulito. È anche possibile migliorare il gusto riempiendo la capsula del sapore, che viene inserita all’inizio del percorso del vapore per esaltare il gusto. Infine, l'IQ ha una batteria rimovibile, in modo da poterne portare una di ricambio, se ne avessi il bisogno.

Ordina DaVinci IQ ►

Ghost MV1 Vaporizer – innovazione all’avanguardia

Il Ghost MV1 è il miglior vaporizzatore portatile per chi cerca qualcosa di nuovo e innovativo. MV1 è il primo vaporizzatore del produttore statunitense Ghost. Oltre ad avere l'aspetto di un oggetto uscito da un film di fantascienza, offre abbondanti nubi di sublime vapore estratto dalle tue erbe e concentrati.

Il meccanismo di riempimento del materiale botanico del vaporizzatore Ghost MV1 è diverso da qualsiasi altro dispositivo che abbiamo già visto. Si pre-riempiono i crogioli di ceramica, poi si apre una porta per inserirne uno nel percorso termico. Una volta attivato e preparato, il vaporizzatore è pronto entro pochi secondi erogando un vero vapore a convezione. Si tiene premuto il pulsante per applicare il calore, come in un vaporizzatore a penna – questo è un aspetto innovativo per un vaporizzatore ideato per l'uso di erbe essiccate. Sostituisci il crogiolo per le erbe con uno dotato di un tampone per concentrati, scala a una temperatura elevata e sei pronto a vaporizzare concentrati. 

Se sei un intenditore di vaporizzatori e desideri modificare le quattro temperature preimpostate, puoi farlo tramite l'app Ghost Vape scaricabile sul tuo telefono. Il Ghost MV1 può essere messo in carica via cavo USB, in alternativa è disponibile un caricabatterie veloce che si collega ad una presa a muro. Questo accessorio, in combinazione con una batteria aggiuntiva, assicura che il tuo Ghost sia sempre pronto a funzionare quando lo sei tu.

Ordina Ghost MV1 ►

Linx Gaia Vaporizer – materiali e design di classe

Il Gaia della Linx è il miglior vaporizzatore portatile per coloro che desiderano un dispositivo di classe che funzioni bene. Ciò che distingue il Gaia dalla concorrenza è il fatto che la camera di riscaldamento è realizzata in quarzo - un materiale normalmente presente nei dab rigs di fascia alta. L'uso del quarzo significa che non sono presenti parti in acciaio o in ceramica per influenzare il gusto. Questo conferisce al vapore un sapore distinto e raffinato.

Il design classico è adatto a chi apprezza il tocco degli oggetti. Evoca un’antica fiaschetta. Il boccaglio è realizzato in vetro ed è protetto da un coperchio metallico che viene tenuto in posizione tramite delle calamite. Il vaporizzatore Linx Gaia permette all'aria di passare direttamente sull'elemento riscaldante, evitando parti in plastica o componenti elettronici. Non solo questo è un approccio salutare, ma produce un vapore dal gusto puro ed eccezionale.

Gaia è estremamente tascabile, grazie alle sue dimensioni discrete. In più ha un prezzo molto ragionevole. Gaia è disponibile in una scelta di colori che si adattano perfettamente al corpo in metallo spazzolato.

L'innovativa camera di riscaldamento in quarzo del Gaia, il design pulito del percorso del vapore, il percorso d’aria isolato, le dimensioni compatte, una regolazione precisa al grado della temperatura e il bocchino in vetro rendono il Linx Gaia un classico del design e uno dei migliori vaporizzatori portatili disponibili nel 2018.

Ordina Linx Gaia ►

Vaporizzatore PuffCo Plus – un elegante dab rig tascabile

La PuffCo Plus è il miglior vaporizzatore portatile per concentrati. Questo vapo a penna progettato a Brooklyn è tanto elegante quanto discreto. PuffCo ha inventato un sistema molto intelligente per il caricamento del materiale. Si apre il PuffCo Plus per scoprire una punta in ceramica che si può immergere in oli o altre sostanze appiccicose - lo chiamano il dart.

Quando si riscalda il PuffCo Plus, l'aria calda scioglie il concentrato dal dart sull'elemento riscaldante che lo vaporizza istantaneamente. È il modo perfetto per controllare il dosaggio ed è il miglior vaporizzatore portatile a penna per chi vuole micro-dosare. Naturalmente non tutti desiderano micro-dosare - quindi non preoccupatevi, il PuffCo può gestire una quantità di concentrato sufficiente a tenervi soddisfatti.

È possibile tenere premuto il pulsante per scalare tra una delle tre impostazioni di temperatura oppure entrare in “modalità sesh” che fornisce calore continuo per 12 secondi.

Il vaporizzatore Puffco Plus ha un braciere in ceramica senza bobina, il che significa che la pulizia non è mai stata così facile. Basta eseguire un ciclo sesh ad alta temperatura e poi pulire con uno dei cotton fioc in dotazione.

Non siamo solo noi nelle torri d’avorio VapoShop che amiamo il PuffCo Plus. Infatti High Times, è anche molto affezionato al fatto che offre “Le più grandi nuvole di vapore che abbiamo mai visto, senza compromettere il sapore di estratti di alta qualità”.

Ordina Puffco Plus ►

I migliori vaporizzatori portatili – Conclusione

Trovare il miglior vaporizzatore portatile non è un compito facile data l'enorme selezione disponibile sul mercato. Speriamo che la guida qui sopra ti aiuti ad identificare il miglior vaporizzatore portatile per te. In caso di domande non esitare a contattare il nostro servizio clienti che sarà lieto di aiutarti a trovare il vaporizzatore idoneo ai tuoi bisogni.


Le migliori temperature di vaporizzazione

Per ottenere il massimo dal tuo vaporizzatore, è necessario impostare la temperatura corretta in base al materiale botanico che desideri vaporizzare. Molti modelli disponibili oggi sul mercato ti permettono di configurare una temperatura con precisione al grado. Il problema adesso è sapere qual è la migliore temperatura da scegliere. Tutti gli oli essenziali che contengono i componenti attivi delle tue erbe hanno un punto d'ebollizione diverso, in altre parole si vaporizzano (ovvero trasformano in gas) a temperature diverse. Per esempio, prendiamo la lavanda, che può essere vaporizzata a 100℃ - è molto più volatile rispetto allo zenzero, che rimane solido finché la camera delle erbe non raggiunge 175-200℃. Grazie ad alcuni esperti ricercatori, è ora possibile determinare le migliori temperature di vaporizzazione per una vasta gamma di erbe usate a scopo medicinale e terapeutico.

Le migliori impostazioni di temperatura per gli utenti a scopo medicinale

La celebrata erba che solo ultimamente sta uscendo dagli anni bui in cui si è vista demonizzata, è in fase di legalizzazione in diversi paesi, soprattutto grazie alle ricerche scientifiche che dimostrano le sue numerose proprietà benefiche. Per usare l'erba in modo efficace è necessario impostare la giusta temperatura di vaporizzazione, cioè, quella che ti consiglia il medico. Una buona regola generale per la vaporizzazione di erbe a scopo terapeutico sarebbe di attenersi a una temperatura inferiore ai 185° durante il giorno, per consumare i componenti principali, e poi alla sera, verso l'ora di dormire, finire i contenuti del braciere a una temperatura intorno ai 220℃. Questa tecnica vaporizza lentamente i terpeni che producono lo straordinario aroma e gusto. Altri componenti attivi non hanno un punto di ebollizione ancora ben definito, ma diventano vapore a 160° e continuano a essere vaporizzate fino ai 180°. L'interazione tra le diverse sostanze può equilibrare alcuni degli effetti negativi come per esempio la stanchezza o paranoia. Ciò significa che una vaporizzazione che avviene a 180° o più dovrebbe essere un'esperienza più interessante rispetto a una intorno ai 160°.

temperature di vaporizzazione

La vaporizzazione di altre erbe terapeutiche

Ci sono molte erbe terapeutiche che puoi usare nel tuo vaporizzatore. Esistono molte piante e fiori che possono avere effetti benefici meravigliosi. Ad esempio, la camomilla, la citronella o la lavanda possono aiutare a rilassarsi, mentre la valeriana può aiutare a prendere sonno. Se hai bisogno di qualcosa di più edificante, puoi provare a vaporizzare il tè verde o l'erba mate.

Le migliori temperature per miscele a base di erbe

Puoi mescolare diverse erbe terapeutiche complementari per creare la tua miscela personalizzata, basata sui tuoi bisogni e le tue esigenze. Assicurati di tenere presente la migliore temperatura di vaporizzazione suggerita della tabella per assicurarti di vaporizzare i componenti attivi di tutti gli ingredienti della miscela. La migliore temperatura di vaporizzazione per una miscela di valeriana, luppolo e camomilla, ideale per indurre il sonno, sarebbe 185-200 ℃, ovvero la temperatura a cui viene vaporizzata la valeriana.

VapoShop rende disponibili una varietà di erbe adatte all'uso a scopo terapeutico , per aiutarti nei tuoi primi passi nel mondo dell'aromaterapia.


Terminologia della vaporizzazione

Il mondo dei vaporizzatori può essere complicato e creare confusione. C'è un flusso costante di nuove tecnologie e terminologia da capire. Avvolte fare le scelte giuste, che rispecchiano le nostre esigenze personali di vaporizzazione, non è semplice. Qui abbiamo cercato di comporre un elenco parziale delle componenti essenziali e più comuni dei vaporizzatori.  Cerchiamo inoltre di descrivere le tecniche che possono amplificare le possibilità e i livelli di qualità della tua esperienza.


Flusso d'aria - La quantità di aria attivata da un'inspirazione che passa attraverso il percorso dell'aria uscendo poi dal bocchino. Un flusso d'aria più grande fornisce nuvole più voluminose di vapore ad ogni tiro.

Atomizzatore - Componente di un vaporizzatore a penna che crea vapore da materiali concentrati attraverso una serpentina di riscaldamento e uno stoppino. Come nel caso delle penne Dr. Dabber, l'elemento riscaldante è solitamente realizzato in quarzo o in ceramica.

Bubbler - I Bubbler sono bellissimi accessori in vetro che si fissano a un vaporizzatore e forniscono all'utente una maggiore filtrazione dell'acqua. Offrono nubi di vapore fresche e umide. È possibile leggere di più sui bubbler questo articolo

Riscaldamento a convezione - In questo tipo di vaporizzatore, l'elemento riscaldante, tipicamente in ceramica o alluminio, non entra in contatto diretto con il materiale botanico. Invece, dall'elemento riscaldante si forma aria calda che avvolge le tue erbe. Questa tecnica di riscaldamento offre un modo efficiente ed efficace di estrarre vapore dalla tua erba, per un'esperienza aromatica complessa. I vaporizzatori a convezione più popolari includono i Linx Gaia, i Boundless Tera e Top Bond Novae.

Riscaldamento a conduzione – I vaporizzatori con riscaldamento a conduzione, estraggono il materiale vegetale attraverso il contatto diretto di una piastra metallica calda e le erbe. Con questo metodo le nuvole di vapore estratte sono dense, anche se potrebbe essere necessario mescolare il braciere per consumare tutte le tue erbe. Il PAX 3 è un esempio di vaporizzatore a conduzione.

Dabbing (dabs) -Il termine “dab” viene usato sia come nome che come verbo. Un dab si riferisce ad una piccola unità (un po' più grande di un chicco di riso) di materiale concentrato. Questo materiale concentrato (wax e altri estratti) può essere "dabbed". Il dabbing (verbo) consiste nell'assumere una dose di concentrato applicandolo su una superficie riscaldata dove si vaporizza istantaneamente e venendo quindi inalato. Il dabbing è un modo efficace per assumere alte dosi di materiale vegetale.

Glass on Glass - (vetro su vetro) Una connessione che utilizza solo parti in vetro. L'adattatore sulla maggior parte dei vaporizzatori tra l'elemento riscaldante e la frusta è spesso una connessione vetro su vetro. La preferenza per il vetro è dovuta al fatto che questo materiale non rilascia tossine nocive o odori che influenzano l'esperienza del vapore.

Elemento riscaldante - La parte di un vaporizzatore che riscalda il materiale vegetale e trasforma i suoi alcaloidi attivi in vapore.  La maggior parte degli elementi riscaldanti sono realizzati in ceramica grazie al trasferta rapida del calore di questo materiale e alla sua robustezza. Altri elementi riscaldanti comuni sono l'alluminio e l'acciaio.

Batteria agli ioni di litio - Le batterie ricaricabili più comunemente usate nei vaporizzatori di oggi sono batterie al litio. Sono leggere, ad alta densità di energia e a bassa auto-scarica.

mAh - Sta per milliampere hour, un'unità di misura che rappresenta la capacità di carica di una batteria. Un numero di mAh più alto significa meno tempo di ricarica, dato che la batteria può contenere più energia. Ad esempio, i vaporizzatori piccoli e a penna utilizzano normalmente batterie intorno ai 200-300 mAh, mentre i vaporizzatori di fascia alta e più potenti adottano batterie che possono arrivare ai 1000-2500 mAh.

Mod Heater - Elemento riscaldante principale per la vaporizzazione di e-liquidi. Un esempio di questo può essere trovato nel Boundless Hybrid.

Nail - Un termine che si riferisce ad una piastra (anche calda). I nail sono utilizzati per il riscaldamento a convezione di “dabs”, che si fissa su un giunto di vetro. Il nail viene riscaldato a temperature molto elevate (normalmente utilizzando una torcia a mano, ma nel caso del Puffco Peak, si riscalda elettronicamente). Questo fa parte della dab rig. Vedere la prossima voce.

Oil Rig - Questo è un sistema di tubi di vetro appositamente progettato per vaporizzare i concentrati.

Diffusore di oli / Scodella aromaterapia - I diffusori d'olio e le scodelle per l'aromaterapia permettono all'utente di godere dei propri oli essenziali preferiti tramite un vaporizzatore. Si tratta in genere di pezzi di vetro molto semplici, progettati per contenere l'olio mentre il calore viene applicato sul fondo. Un dispositivo che si adatta particolarmente a questo scopo è la Arizer V Tower.

Retina – una sottile lastra di metallo (solitamente in acciaio inox) usata per impedire che le particelle di erbe entrino in un altro componente del vaporizzatore. Sono progettate per non disturbare il flusso d'aria.

Adattatore per la filtrazione dell'acqua – Un adattatore per la filtrazione dell'acqua è un semplice giunto in vetro (o a volte in legno o acciaio) che permette al vaporizzatore di collegarsi ad un bubbler o ad un bong. Questo metodo permette all'utente di avere il doppio vantaggio di una filtrazione ad acqua e di vapore. Il giunto di questi accessori è di solito maschio e sono disponibili con incastri da 14mm e 18 millimetri di diametro.


Allora eccovi un po' di chiarezza sul mondo tecnico della vaporizzazione, ci auguriamo che queste informazioni possano aiutarvi a prendere decisioni meglio informate sull'acquito del vostro prossimo vaporizzatore.

Autrice: Julia


Appuntamento al Vape Lounge

Nel corso degli ultimi anni, il team di VapoShop ha partecipato a diverse fiere e festival per la vendita e la presentazione di tutti i vaporizzatori più amati del settore. Ultimamente la nostra presenza si è evoluta in un nuovo concetto. Un modo per avvicinarci ai nostri clienti passati, presenti e futuri sulla base di ciò che amiamo fare di più: condividere i benefici della vaporizzazione. Questo è il motivo per cui abbiamo iniziato a organizzare i Vape Lounge

"È divertente vedere come ci sia un vaporizzatore perfetto per ciascuno."

Abbiamo viaggiato il lungo e in largo per tutto il continente, dalla 4.20 Hemp Fest a Milano, a Mary Jane a Berlino e ancora al festival CLD di Amsterdam. Sono state occasioni perfette per mettere il primo vaporizzatore nelle mani scettiche dei fedeli del fumo. È anche un’opportunità per sfoggiare le nostre novità più hot ai nerd, quelli che vivono e respirano ... vapore. Introducendo il lounge, siamo passati dal mondo virtuale del nostro sito a quello reale.

C’è qualcosa per tutti

Nella Vaposhop lounge invitiamo i nostri ospiti a toccare e testare con i propri polmoni i vantaggi della vaporizzazione. I nostri visitatori e altri curiosi hanno bisogni e livelli molto diversi di conoscenza in materia di vaporizzazione. Alcuni hanno assistito all'amico americano esibire il loro Firefly, mentre altri hanno sentito parlare di noi via l'Insta account di Vaposhop, altri invece hanno fatto abbastanza ricerche da dare del filo da torcere al nostro personale più esperto.

Ad ogni modo, incontriamo molte persone, da ogni categoria sociale, ed è sempre un piacere introdurre questa tecnologia rivoluzionaria a qualcuno che non ne ha mai sentito parlare, o essere vedere lo sguardo di meraviglia alla prima inalazione, o di percepire in prima persona la passione per l’erba dei nostri clienti. Ormai conosciamo il mestiere abbastanza bene da poter fare da sensale a tutti i bisogni di vaporizzazione.

vaposhop lounge

1.“Non smetterò mai di fumare, forse”

A questi ospiti è un vero piacere mettere un VapCap tra le loro mani. VapCaps potrebbe facilmente essere il modo migliore per convincere qualsiasi fumatore a fare il salto nel mondo della vaporizzazione. Molti fattori attraggono il quasi-ex-fumatore: il fatto che si usa ancora un accendino, la forma del dispositivo simile a una sigaretta a base di erbe, l'uso del DynaStash ricorda i gesti dell’uso di un posacenere. Tutto questo è in perfetta armonia con la routine di un fumatore. Un altro aspetto molto interessante è che si può fumare resina con questo ingegnoso vaporizzatore. Dopotutto non tutti hanno accesso a colofonia e cere. VapCap è sicuramente quello per la vecchia scuola nel cuore.

2. Il modernista

Il secondo tipo di ospite è quello che rifiuta il tabacco, e molte altre cose dannose alla salute. In altre parole, un salutista. Sono anche molto coscienti del loro consumo di erbe, informandosi sui ceppi, effetti, climi di coltivazione, ecc. di ogni varietà di erba. Fondamentalmente un nerd alla moda. Cosa trovi nelle tasche di questo moderno intenditore? Sicuramente non un accendino e certamente i gadget tecnologici più innovativi. Cosa consigliamo a questi visitatori? Lasciamo loro provare un Firefly oppure un PAX 3. Questi dispositivi sono tecnici e di classe, i due valori più importanti nella vita per questo utente d'avanguardia, che potrà regolare e definire la loro intera esperienza attraverso un'app. Questi vaporizzatori sono un’accoppiata divina per coloro che si accontenta solo del meglio.

3. Il furbo

Il terzo tipo di ospite è l'erborista del nuovo millennio, che probabilmente non ha mai toccato una sigaretta in vita sua, non ha intenzione di farlo, solo perché alla sua generazione non è mai venuto in mente di fumare qualcosa che non dia effetti da sballo. Apprezza i doni divertenti di madre natura. Il vaporizzatore ideale è potente, pratico e preciso e, naturalmente, molto economico (ha meno di 25 anni). Fondamentalmente non vuole rinunciare a nulla. Quando gli mostriamo il Boundless CFX, rimane a bocca aperta. Controllo completo della temperatura (sa che questa funzione consente l'estrazione più esatta del materiale vegetale), doppie batterie (che significa tiri più densi), un guscio esterno nero, praticamente palmare (per un uso pubblico discreto). Questo ragazzo sa riconoscere la sua anima gemella quando la incontra.

4. Gli utenti a scopo medicinale

Il quarto tipo di ospite che ci chiede consigli sulla vaporizzazione è l'utente a scopo terapeutico. Queste sono persone si sono avvicinate all’erba per dare sollievo a disturbi o malattie, hanno anche il desiderio di allontanarsi da una dieta composta da soli farmaci. Non hanno alcun interesse negli usi ricreativi delle erbe, quindi non cercano niente di appariscente - vogliono qualcosa di serio, affidabile e duraturo. Hanno sentito parlare del Mighty, anche se non l'hanno mai visto, e si chiedono se possiamo raccomandare altri modelli, per capire meglio la scelta sul mercato. No, non possiamo raccomandare altro. Il potente è il massimo. Disponibile oggi, non esiste un vaporizzatore per uso medicinale migliore e più solido. Tutto, dalla forma, che tiene conto delle persone con poca mobilità manuale, dall'ingegneria tedesca, alla potenza dei tiri (delle vere botte) di dolce e denso vapore, il Mighty non conosce rivali.

Perdonateci per una descrizione simpatica ma superficiale di alcuni dei nostri personaggi preferiti, che ci vengono a trovare nel nostro Vape lounge. Ci rende contenti vedere come esiste un vaporizzatore adatto a ciascuno.

Venite a trovarci alla prossima fiera! L’appuntamento è per ottobre, a Cultiva di Vienna!


Celebrando l'erba al Mary jane di Berlino

Gli amanti tedeschi dell’erba si sono riuniti durante un torrenziale week end di inizio giugno alla Berlin Arena per la quinta edizione della fiera Mary Jane Berlin.

Come amante dell’erba e dell’atmosfera di Berlino mi sono anch’io recato in Germania per partecipare all’evento. Mi ha subito colpito come in una città dello sballo come Berlino, è presente anche un lato super salutista, con tutti che vanno in bici, un negozio bio/vegano ogni tre metri e molto molto verde. Ho gradito molto come questi due lati della medaglia possono convivere in armonia.

Quel particolare weekend sembrava che ci fosse la stessa temperatura dell’entroterra siciliano ad agosto. Non essendo particolarmente patito del caldo, per arrivare alla fiera ho evitato il sole come se fossi un vampiro, passando continuamente al marciapiede all’ombra, per non arrivare al padiglione mezzo sciolto.

Godendomi il Linx Hypnos Zero a Berlino

Godendomi il Linx Hypnos Zero a Berlino. Photo credit: @easyorganicweed

A giudicare dalle lunghe file fuori dal padiglione, il Mary Jane Berlin è un evento molto gettonato. Ho incontrato degli amici di una banca dei semi con base in Olanda. Non c’è modo migliore di combattere la noia delle lunghe file che con una buona chiacchierata tra vecchi conoscenti. Appena entrati ho subito notato un’abbondanza di stand dediti alla vendita di apparecchi per coltivazione indoor e outdoor delle nostre piante preferite. Questo tipo di stand è a tutte le fiere, sembra un trend che sta riscuotendo molto successo.

Non passò molto tempo prima di aver trovato un altro amico che lavorava per una ditta di fertilizzanti biologici. L’uso di fertilizzanti biologici aiuta ad assicurare che le piante coltivate siano della più alta qualità, abbiano un ottimo aroma e soprattutto che siano sicure per il consumo.

La fila per entrare al Mary Jane. Photo credit: @easyorganicweed

Il mio amico mi ha mostrato una fiala contenente un olio estratto da un ceppo molto speciale, offrendomi un paio di gocce da prendere sotto la lingua. Mi ha salutato dicendomi: “potresti scordarti di averle prese non sentendo effetti immediati, ma non preoccuparti, tra mezz’ora salirà, puoi starne certo, dicendoti ‘adesso ti ricordi di me?’”

Continuando la mia avventura al Mary, mi sono completamente lasciato trascinare da questo ambiente a base di erba. Come mi aveva avvertito il mio amico, ho sentito le gocce bussarmi al cervello, lasciandomi scivolare in uno stato di rilasso sublime.

Dall’esterno, l’Arena non sembra un posto troppo grande, ma sono rimasto sorpreso dal piccolo mondo che sono riusciti a creare tra esibitori e visitatori, un labirinto tra appassionati e curiosi. Un aspetto che ha bilanciato la situazione tra il caldo e l’affollamento è il fiume vicino all’edificio, placando tutti i corpi sudati con un po’ di venticello che veniva dall’acqua. Sono stati allestiti tavoli da picnic, come cortesia a coloro che apprezzano la loro erba seduti e all’aperto. C’era anche una grossa barca per esaltare ancora di più l’ambiente da spiaggia.

Una volta ritornato all’interno sono passato dallo stand di VapoShop. Mi incuriosiva incontrare George, la mente dietro il gioiello DynaVap. Questi vaporizzatori alimentati a fiamma sono degli straordinari pezzi di ingegneria artigianale. George è il primo fan e utente dei suoi prodotti: la sua passione e entusiasmo traspaiono in ogni suo gesto e nei vaporizzatori stessi. Ha passato tutto il weekend allo stand VapoShop a spiegare l’uso della sua gamma di prodotti a interessati e veri fan.

NonaVonG della DynaVap. Credit: @easyorganicweed

L’aspetto che distingue i DynaVap è la ricerca dei materiali impiegati nella realizzazione di questi vaporizzatori. Per esempio, il NonaVong è particolarmente straordinario nel suo impiego del legno che si adatta comodamente all’uso con qualsiasi sistema di filtrazione ad acqua. Ciò significa che coloro che apprezzano una bella pipa ad acqua in vetro, non sono costretti a bruciare le loro erbe. Dopo l’acquisto di un NonaVong è possibile usufruire dei vantaggi salutari della vaporizzazione, senza cambiare troppo le proprie abitudini.

Come entusiasta della vaporizzazione, ho colto l’occasione di cercare le novità del settore. Ho visto il Boundless Tera, che a primo impatto mi ha dato l’impressione di una bomba a mano. In più, data la capienza della sua camera delle erbe, sono sicuro che avrebbe potuto stendere quasi tutti i presenti in un solo colpo. Ho anche avuto l’onore di essere al cospetto del nuovo PuffCo Peak, che porta l’esperienza dab al prossimo livello.

PuffCo Peak: maestoso. Photo credit: @easyorganicweed

Ho passato tre piacevolissime giornate tra l’ombra e il sole del Berlin Arena, circondato da appassionati che apprezzano l’erba quanto me. Ciò che mi ha colpito di più dell’evento è stata la celebrazione dello stile di vita della cultura dell’erba (se ti interessasse saperne di più su quest’aspetto, puoi leggere a href="https://www.marijuanatimes.org/fueling-the-german-recreational-cannabis-lifestyle/">qui un altro il mio articolo). Il risultato è stato una piacevolissima unione tra innovazione, moda, prodotti a base di erba e creatività.

Ci vediamo allo stand VapoShop al Mary Jane Berlin nel 2019.

Autore Bill (Instagram @easyorganicweed)


Vaporizzatori esclusivi

Se sei un tipo a cui piacciono i piaceri della vita, allora stai probabilmente cercando un vaporizzatore che si colloca su un gradino più alto della media. Alcuni di dei modelli di prima classe selezionati, potrebbero non rientrare nel budget di tutti, ma ciò è dovuto ad una progettazione che spinge i limiti della qualità e del possibile nel mondo dei vaporizzatori. Questi vaporizzatori usano soluzioni tecnologiche all'avanguardia e materiali di primo grado, risultando in un vapore di qualità superiore. Stai cercando un vapore a cinque stelle? Allora non guardare oltre.

Firefly 2

Il Firefly 2 è sinonimo di vapore di prima qualità. Il suo design distinto suscita la nostalgia di una vecchia pipa. L'attenzione al dettaglio è impeccabile, fino alla camera di riscaldamento luminescente che gli conferisce il nome. Nonostante il suo look vintage, la tecnologia del Firefly è assolutamente all'avanguardia. Non solo è possibile abbinarlo all'iPhone (o a qualsiasi altro smartphone) è anche dotato di una finestrella in vetro che rivela gli avvenimenti della camera. Vuoi vaporizzare dell'altro, oltre all'erba? Nessun problema, con una capsula per concentrati potrai vaporizzare la maggior parte degli estratti.

DaVinci IQ

DaVinci IQ è uno dei primi vaporizzatori portatili di lusso lanciato sul mercato, restando in cima ancora oggi. La qualità del vapore è davvero straordinaria per un dispositivo così piccolo, questo è anche grazie alle sue ingegnose soluzioni tecnologiche. DanVinci IQ usa il concetto di 'Smart Path', ovvero delle curve di calore configurate per ottenere il massimo delle tue erbe. Puoi usare le impostazioni predefinite oppure abbinarlo al tuo telefono e progettare il tuo proprio 'path' tramite l'app. Il raffinato display di luci e la vibrazione emessa a dispositivo pronto sono caratteristiche che lo rendono un vero gioiello. Un canale d'aria completamente in ceramica di zirconio ti permette di inalare un aroma più puro. Le batterie sostituibili ti permettono di erogare un vapore delizioso per un periodo prolungato.

PuffCo Peak

Il Peak è un smart dab rig. Non dovrai mai più trafficare con fiamme ossidriche o nail scottanti quando desideri consumare un dab. E in più, non riusciamo a ricordare un dispositivo più attraente del PuffCo Peak. Sotto tutti i punti di vista, il Peak può solo essere descritto come splendido. Ha anche un carisma da set sci-fi, con luci LED integrate e un sistema di raffreddamento ad acqua. Il vetro soffiato è lavorato a mano, per renderlo ancora più esclusivo.

Airvape X

Airvape X non solo ha il pregio di essere uno dei vaporizzatori portatili più sottili disponibili sul mercato, ma è anche veramente bello. Saresti perdonato a pensare che questo vapo sottile produce un vapore magro. Ma non è così: con Airvape X, grazie al suo sistema di raffreddamento, la sua prestazione sfida la sua estetica. È stato progettato in collaborazione con l'esperto di vaporizzatori YouTube, Vape Critic. Puoi restare sicuro che l'oggetto che ti stai comodamente infilando in tasca è degno di un vero vapo intenditore. X è disponibile in nero o blu (novità), inclusi nella confezione troverai un guscio protettivo anti-odore e un tampone per concentrati. Questo elegante vaporizzatore è anche elegantemente prezzato.

CFC 2.0

Forse tutti questi vaporizzatori della fascia più alta sono oltre il tuo budget, oppure sei alla ricerca di un'autentica novità? Eccoti una dritta: il Boundless CFC 2.0 è appena approdato. È descritto come un'unità ultra-discreta, compatta e leggera, da usare mentre sei fuori casa. La sua dimensione minuta cela il fatto che questo piccoletto sia capace di produrre grandi nuvole di squisito vapore. È ben tascabile, ciò non impedisce a Boundless di includere una capiente camera di riscaldamento, da mezzo grammo. VapoShop è il primo negozio a rendere disponibile questa perla in Europa.

Vieni a trovarci a Mary Jane

Non sei ancora sicuro qual è il miglior vaporizzatore per te? Allora potresti venirci a trovare a Mary Jane la fiera del 9-10 Giugno di Berlino, e lasciarti consigliare da uno dei nostri simpatici esperti il vaporizzatore adatto ai tuoi bisogni. Saremo molto felici di accoglierti!


Cos'è un bubbler e perché ne ho bisogno?

Un bubbler, o un sistema di filtrazione ad acqua, è un accessorio che sta conquistando sempre più attenzione – ma di che cosa si tratta esattamente? Vediamo insieme cos'è un bubbler e quali sono i vantaggi a usarlo insieme al tuo vaporizzatore portatile preferito.

Cos'è un bubbler?

La maggior parte dei lettori di questo blog saranno probabilmente a conoscenza dei principi di una pipa ad acqua (comunemente noto come bong). In un bong le erbe sono bruciate e il fumo caldo risultante è raffreddato tramite l'acqua all'interno della pipa. Adopera lo stesso principio d'uso dei narghilè originari dell'India e del Medio Oriente. Peró il fumo che produce è ancora nocivo per la tua salute, anche se raffreddato.

Un bubbler applica lo stesso concetto ma è piccolo abbastanza da poter essere montato sul bocchino di un vaporizzatore portatile. Dato che esistono svariati modelli di vaporizzatori portatili disponibili sul mercato – ognuno con dei bocchini di forma diversa – la maggior parte delle marche ha iniziato a produrre i propri bubbler, precisamente su misura per i propri vaporizzatori. Altre ditte invece stanno direttamente integrando un bubbler nel design, come ad esempio PuffCo Peak.

Solitamente i bubbler sono realizzati in vetro e riescono a contenere un piccola quantità d'acqua che aiuta a raffreddare e umidificare il vapore con cui entra in contatto. Ciò significa che puoi inalare più profondamente senza irritare la gola.

A chi può servire?

Anche se la vaporizzazione è un modo più salutare per consumare la tua erba preferita, non puoi evitare il fatto che il vapore risultante può avvolte essere un po' caldo e secco. Se non ci sei abituato, questo vapore caldo e secco può essere irritante alla gola. Sono soprattutto i fumatori che tendono a tossire quando prendono una boccata da un vaporizzatore.

Un bubbler raffredda e idrata il vapore prodotto, per il piacere e il comfort di coloro a cui la vaporizzazione fa tossire.

Un buon esempio potrebbe essere l'utente a scopo terapeutico, che dovrebbe smettere di fumare, ma che necessita le proprietà medicinali di una determinata erba. Un bubbler renderebbe la vaporizzazione più agiata, permettendo a questo utente di scegliere un consumo più salutare delle sue erbe.

Normalmente vaporizzo ogni giorno, e quando mi è possibile aggiungo sempre un bubbler al mio vaporizzatore. Trovo di poter prendere boccate più profonde senza alcun fastidio. Anche da vaporista piuttosto esperto, avvolte mi esce qualche piccolo colpo di tosse. Ma con l'aggiunta di un bubbler diventa tutto più piacevole.

Quali marche offrono dei bubbler?

Al momento della stesura di questo articolo abbiamo circa 15 bubbler a disposizione del nostro negozio. Questi includono:

  • Linx bubbler: un bubbler in vetro di prima qualità, realizzato su misura per i raffinati modelli Gaia e Hypnos Zero.
  • XMAX bubbler: un sistema di filtrazione ad acqua economico e su misura per i vaporizzatori portatili Starry e Fog. La sua progettazione flessibile gli permette di essere usato anche con altre marche.
  • FlowerMate bubbler: un bubbler dal design ingegnoso per il vaporizzatore portatile FlowerMate.
  • Magic-Flight UFO: come previsto, la versione di un bubbler della Magic-Flight è del tutto particolare. Vedere per credere.

Adattatori: alcune marche non offrono ancora dei bubbler. Non è una tragedia perché è possibile acquistare un adattatore per un sistema di filtrazione ad acqua. È possibile acquistarne uno per il Pax 2/3, il Mighty/Crafty e anche per quel gioiello modulare, lavorato in legno, alimentato a fiamma del Sticky Brick Junior.

Svantaggi per il Bubbler

Per offrire ai nostri lettori una panoramica completa e onesta sull'uso di questo accessorio, dobbiamo anche accennare alle problematiche che si possono incontrare con un sistema di filtrazione ad acqua.

Partiamo dalla prima possibile problematica: i bubbler sono normalmente realizzati in vetro e necessitano di acqua per operare. Non serve un genio per capire dove potrebbero sorgere eventuali problemi – soprattutto quando si tratta della sua portabilità. Se la fragilità del vetro non è protetta, l'articolo potrebbe rompersi; mentre l'acqua al suo interno potrebbe fuoriuscire durante il trasporto.

Probabilmente non daresti troppo all'occhio usandolo durante una passeggiata al parco, ma potrebbe non essere il miglior accessorio da portare alla tua prossima settimana bianca.

Infine, è importante tenere presente che la maggior parte dei sistemi di filtrazione ad acqua sono adatti a una sola marca. Se possiedi un paio di vaporizzatori portatili, potresti doverne acquistare più di uno.

Conclusione

I bubbler sono un ottimo modo per esaltare il sapore delle tue erbe e ottenere il massimo dal tuo vaporizzatore. Con un vapore fresco e umido la tua esperienza sarà la più delicata possibile.

Un bubbler aiuta tutti, dai vapo nerd ai novelli, a migliorare la qualità delle loro sedute. Dai un'occhiata se c'è un bubbler disponibile per il tuo modello.


Uno sguardo a PuffCo Peak

Molti di voi conosceranno PuffCo grazie al popolare e affermato vaporizzatore a penna per concentrati PuffCo Plus. Se hai apprezzato il primo modello, allora il suo seguito, chiamato Peak, sarà di grande interesse per te.

L'intento principale del team di designer e ingegneri PuffCo sarebbe di fornire il miglior modo di consumare concentrati. Hanno intravisto nei concentrati il futuro dell'uso della canapa poiché sostengono che questa forma contenga la parte migliore della cannabis. Secondo il loro sito una buon processo di estrazione ti lascierebbe con la versione  più potente, aromatico e salutare della pianta.

Dab Rig 2.0

Fino a poco tempo fa l'unica scelta per lo sprigionamento del potenziale delle sostanze concentrate consisteva nel dab rig. Poi i vaporizzatori iniziarono a introdurre accessori per la vaporizzazione di concentrati. In ogni caso, i dab rig sono caratterizzati da una tecnologia piuttosto cruda e i vaporizzatori progettati per il consumo di erba, non sono la migliore soluzione per la vaporizzazione di concentrati.

Non c'è da meravigliarsi quindi se il PuffCo Plus ha riscosso così tanto successo. High Times Magazine ha riconosciuto immediatamente le qualità di questo gioiello, proclamandolo il miglior vaporizzatore a penna di tutti i tempi. Questo astro nascete è perfino arrivato a essere protagonista di un telefilm su Netflix - Disjointed (episodio 9).

Introducendo il PuffCo Peak

PuffCo ha unito la tecnologia futuristica dei vaporizzatori moderni con le elevate temperature e la tecnica di raffreddamento ad acqua di un dab rig. Il risultato è un rig ricercato e intelligente: il Peak.

È tutto conservato in una valigetta per il trasporto su misura per il Peak. All'interno trovi un smart rig di 18 cm, con componenti in vetro soffiato, luci LED integrate e una robusta base in silicone.

Avendone visto un esemplare in carne ed ossa (o meglio, in vetro e metallo), posso testimoniare che la finitura è niente meno che spettacolare. Sembra il tipo di dab rig che Tron 2.0 potrebbe utilizzare.

Panoramica delle caratteristiche PuffCo Peak

4 configurazioni uniche di calore

Indipendentemente da come preferisci consumare la tua erba, c'è una configurazione che fa per te. La famosa modalità "sesh", inclusa nel PuffCo Plus - ti permette di estendere la tua seduta, creando un'esperienza dab piuttosto sociale per te e i tuoi amici.

20 secondi per arrivare alla temperatura desiderata

Paragonato ai tre minuti che normalmente i dab rig impiegano per scaldarsi e raffreddarsi, questa è musica per le orecchie dei fanatici di concentrati.

Calibrazione intelligente della temperatura

Il smartware regola automaticamente i tempi di temperatura se il fornello in ceramica è ancora caldo.

Luci LED/ Feedback tattile

Quando necessario la fascia luminosa LED fornisce indicazioni sull'autonomia della batteria e il ciclo di calore in corso. Il feedback tattile tiene il ritmo della seduta in modo impeccabile, per un tiro perfetto ogni volta.

Carica della batteria rapida/ Lunga durata

La batteria raggiunge la sua piena carica in meno di 2 ore e dura per circa 30 gloriose dab.

Distribuzione Europea

Al momento di questa stesura, il PuffCo Peak non è ancora disponibile. Tramite il bollettino VapoShop è possibile ricevere un'email di notifica, appena questo dispositivo è in vendita.

Speriamo di poter iniziare le spedizioni in aprile 2018.


Verifica dell'età

È necessario avere compiuto 18 anni per visitare il sito VapoShop.